CONDIVIDI

De AndrèFabrizio De André, accusa dal figlio Cristiano: “Mai detto di volermi bene”. 

Oggi ricorre il ventennale della morte di Fabrizio De André, il cantautore genovese che ci ha regalato alcune delle canzoni più belle della storia della musica italiana. In questa occasione ritornano a galla alcune dichiarazioni rese dal figlio Cristiano che in questi anni ha avuto una vita a dir poco turbolenta. Forse tutto può risalire ad un rapporto molto particolare col padre che lui stesso racconta così.

Cristiano De André rivela com’era suo padre Fabrizio

In un’intervista rilasciata nel 2017 a Vanity Fair spiega: “Gli facevo scherzi che lo facevano incazzare. E non sopportava che a Risiko! vincessi sempre. Si imbestialiva, spaccava le bottiglie di birra, urlava: ‘Ti ammazzo’. È arrivato persino a rubare i carrarmatini. Mio padre non accettava di perdere, in generale“.

Nelle canzoni scriveva della sua fragilità ma, nella vita, non accettava di farla vedere. […] Faceva parte di quella generazione che non riusciva a dire ti voglio bene. In faccia non me l’ha mai detto. Solo dopo ho scoperto che l’affetto che provava per me lo raccontava ai suoi amici“.

Più recentemente, dopo molti racconti su eventi traumatici come il fatto che spesso Fabrizio fosse ubriaco e che non fosse quasi mai a casa, Cristiano De André ha aggiunto in un’intervista a Fanpage: “Io non mi sono mai messo in competizione con lui perché sarei morto prima di farlo, quindi il fatto di essermi ritagliato, da musicista, un mio spazio è già tanto rispetto a una persona grande come lui, sono sempre stato orgoglioso di avere un padre come lui e oggi sono orgoglioso di me, di essere sopravvissuto”.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore