CONDIVIDI
aceto-mele-influenza
iStock

Un alleato contro i mali di stagione: l’aceto di mele è un alimento perfetto per l’inverno in arrivo.
Ci siamo. Il freddo è definitivamente arrivato. L’aria gelida si sta abbattendo su tutta Italia e, in alcune zone, anche nel sud del nostro paese, è comparsa la neve a sorpresa. Non è così quindi improbabile che, da un momento all’altro, possa bussare alla nostra porta anche un terribile raffreddore, oppure il mal di gola. I classici disturbi della stagione invernale e oltre a combattere i sintomi magari con le medicine classiche ci si può anche affidare ad un alleato inaspettato che è l’aceto di mele.

Leggi anche –> Cibi dal mondo: Yuzu, il must have del 2019, cos’è e come si usa

Aceto di Mele: l’alleato contro i mali di stagione

Come riporta infatti il giornale Starbene, l’aceto di mele è ricco di caratteristiche molto importanti che aiutano a combattere tutti i sintomi dell’influenza e del mal di gola. L’aceto di mele infatti agisce come un antinfiammatorio ed è ricco di vitamina C quindi va a sostenere anche il sistema immunitario.

Se volete essere sempre aggiornati su quello che succede nel mondo e i viaggi più belli del 2019 CLICCATE QUI.

Aceto di mele: come aiuta contro la febbre?

Per prima cosa l’aceto di mele riesce a sciogliere il catarro quindi se si fanno magari dei suffumigi, mattina e sera, con dell’aceto, potrete riuscire a liberare il naso. Oppure potrete berlo due volte al giorno diluito. Un cucchiaio in un bicchiere d’acqua di aceto di mele aiuta poi anche a ridurre l’infiammazione della gola. Potete fare dei gargarismi oppure sciacquare la bocca con l’aceto di mele diluito in un bicchiere d’acqua. Subito dopo però ricordatevi di lavare i denti e sciacquare la bocca con l’acqua perché l’aceto potrebbe rovinare lo smalto dei denti. In ultimo l’aceto di mele è anche importante perché aiuta con la febbre. Se infatti si viene tamponati con una spugna immersa in acqua fresca e aceto ovviamente aiuta a disperdere il calore e si può fare questa attività anche cinque volte al giorno per vedere la febbre e il termometro scendere notevolmente.