Home News Macerata: squadra di calcio giovanile intossicata da monossido di carbonio

Macerata: squadra di calcio giovanile intossicata da monossido di carbonio

CONDIVIDI
macerata squadra intossicata
(Pixabay)

Drammatico episodio a Matelica, in provincia di Macerata: una squadra intera di calcio giovanile intossicata da monossido di carbonio.

Un grave episodio si è consumato ieri sera e ha visto come vittime un’intera squadra di giovanissimi calciatori di Matelica, nel Maceratese. I baby calciatori sono rimasti intossicati da monossido di carbonio negli spogliatoi. A sera inoltrata, dunque, si è resa necessaria la corsa in ospedale a Fabriano e al materno-infantile Salesi di Ancona e da qui infine al Centro “Iperbarica Adriatica” di Fano.

Leggi anche –> Baby calciatore accusa un malore in campo: corsa disperata per salvarlo

Una notte in ospedale per i baby calciatori: guasto alla caldaia

In quest’ultima struttura, i ragazzi hanno trascorso la notte per un intervento urgente di ossigenoterapia. Anche il loro allenatore ha dovuto fare con l’intossicazione da monossido di carbonio. I ragazzini coinvolti, sedici in tutto e tutti tra i 12 e i 13 anni, hanno accusato malesseri tipici da intossicazione: mal di testa, nausea, sonnolenza, perdita dei sensi. Fa sapere il centro fanese: “Le ragioni dell’accaduto sono ancora da accertare, ma l’ambiente dello spogliatoio, saturo di monossido, ha provocato diffuso malessere nei giovani calciatori”.

In ogni caso, dopo una notte di paura, i ragazzi stanno meglio, sono fuori pericolo e sono stati riconsegnati alle famiglie. Negli spogliatoi sono intervenuti i tecnici del Comune, i vigili del fuoco e i carabinieri. Accertato, a quanto si apprende, un guasto alla caldaia. Il sindaco del piccolo comune dell’Alto Maceratese, Alessandro Delpriori, ha immediatamente posto il divieto di utilizzo della struttura.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News