CONDIVIDI
salvini vigili del fuoco
Matteo Salvini denunciato dai Vigili del Fuoco: “Non indossi la nostra divisa”

Il vicepremier Matteo Salvini si è messo contro l’intero corpo nazionale dei Vigili del Fuoco. Il motivo è da ricercare in un suo reiterato comportamento.

Matteo Salvini fa infuriare i Vigili del Fuoco. L’Usb VV.FF., il sindacato nazionale dei pompieri di tutt’Italia, ha diffidato in maniera ufficiale il ministro degli Interni ed attuale vicepremier dell’Esecutivo Conte dal presentarsi in pubblico con la divisa ufficiale od altro abbigliamento in dotazione agli stessi Vigili del Fuoco. La denuncia è stata presentata accompagnata da una apposita nota, pubblicata su tutti gli organi web ufficiali della categoria. “Onde evitare che si proseguano atteggiamenti lesivi all’immagine del ministero, bloccate immediatamente questo uso improprio che sta generando azioni estemporanee da parte di chi crede che tutto vale e la legge non vada rispettata”, si legge in particolare nel comunicato. Salvini non fa parte in alcun modo del corpo dei Vigili del Fuoco, “eppure continua in svariate circostanze ad utilizzare la nostra divisa, fa sapere Costantino Saporito, coordinatore dell’Usb Vigili del Fuoco. Rimarcando come questo comportamento messo in atto dal leader della Lega rappresenti un reato dell’art. 498 del Codice Penale.

LEGGI ANCHE –> Decreto sicurezza, Salvini risponde a Orlando: “Pensi ai cittadini di Palermo”

Salvini, Vigili del Fuoco sul piede di guerra: “La smetta”

Lo stesso recita: “Chiunque, fuori dei casi previsti dall’articolo 497 ter, abusivamente porta in pubblico la divisa o i segni distintivi di un ufficio o impiego pubblico, o di un Corpo politico, amministrativo o giudiziario, ovvero di una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato […] è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 154 euro a 929 euro”. E Salvini più volte si è mostrato in pubblico indossando anche abbigliamento rappresentativo della Polizia di Stato, come se non bastasse. Saporito aggiunge con non poca ironia: “O la smette di fare così, oppure al contrario vada pure avanti. In tal modo utilizzeremo i proventi delle tante multe che collezionerà per garantire al nostro intero comparto un cospicuo rinnovo del contratto”. La legge reputa tale comportamento trasgressivo in quanto potrebbero sorgere degli inconvenienti anche importanti nello scambiare un comune cittadino che utilizza impropriamente una divisa per un pompiere o per un qualsiasi altro tutore dell’ordine.

LEGGI ANCHE –> Il messaggio di Matteo Salvini: “Senza di voi non conto niente”

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News