Home News Reddito di cittadinanza, come ottenerlo: ecco tutta la procedura

Reddito di cittadinanza, come ottenerlo: ecco tutta la procedura

CONDIVIDI

come ottenerloIl Reddito di cittadinanza è la misura più attesa dagli italiani in questo 2019, ecco come sarà possibile ottenerlo e chi ne avrà diritto.

Nell’ultima bozza del Reddito di Cittadinanza presentato dal ministro del lavoro, i nuclei familiari inseriti come possibili beneficiari sono passati da 1,4 ad 1.7 milioni per un totale di quasi 5 milioni di persone. Per fare domanda di accesso al Reddito di Cittadinanza, gli italiani dovranno compilare un modulo preimpostato dall’Inps che servirà a valutare la posizione economica del candidato: solo se il reddito annuo è inferiore ai 9.360 euro annui verrà accettata la domanda.

Per compilare il modulo sarà possibile recarsi agli uffici postali o ai Caf convenzionati con l’Inps, in alternativa è possibile compilare il modulo anche in via telematica dal sito delle Poste. Una volta consegnata la domanda, l’Inps dovrà verificare che il soggetto abbia i requisiti adatti per ottenere il sussidio entro 5 giorni lavorativi.

Leggi anche -> Reddito di cittadinanza, ecco il testo del decreto con le ultime novità

Reddito di Cittadinanza gli obblighi del beneficiario

Se ritenuto idoneo, il beneficiario riceverà la carta bancoposta sulla quale verrà versata la mensilità (i pagamenti devono essere necessariamente effettuati attraverso questa carta). Una volta ottenuto il sussidio, il cittadino dovrà iscriversi su una piattaforma delle politiche del lavoro che dovrà consultare almeno una volta al giorno. Nel periodo di tempo che intercorrerà tra un’offerta di lavoro ed un’altra (se ne vengono rifiutate 3 il sussidio viene automaticamente interrotto), il beneficiario dovrà attivarsi nella ricerca del lavoro, frequentare corsi di formazione o di aggiornamento utili ad aumentare le proprie chance di ottenere un posto, inoltre è obbligato a sottoporsi a colloqui psicoattitudinali. A gestire l’inserimento o il reinserimento nel mondo del lavoro ci penseranno invece i centri per l’impiego. Per chi non rispetta gli obblighi sopra elencati sono previste delle penalità che vanno dalla sospensione del reddito per uno o due mesi fino alla sospensione definitiva. Inoltre sono previste delle misure contro i truffatori: chiunque dovesse essere beccato a mentire sui propri dati verrà punito con 6 anni di carcere.

Leggi le nostre notizie anche su Google News