Home News Mamma arrestata dalla polizia, ecco cosa c’era davvero nel passeggino VIDEO

Mamma arrestata dalla polizia, ecco cosa c’era davvero nel passeggino VIDEO

CONDIVIDI
Ecco cosa c'era nel passeggino
(Screenshot Video)

Mamma arrestata dalla polizia perché si rifiuta di togliere il gilet giallo? Ecco cosa c’era davvero nel passeggino.

Le proteste dei gilet gialli in Francia hanno creato un clamore tale da suscitare opere di emulazione anche in altri Paesi d’Europa. Il gilet giallo è divenuto simbolo di protesta contro l’istituzione e le storture del sistema, dunque è facile costruire una notizia clamorosa sulla base di un filmato di 30 secondi circa. Succede così che un video postato in rete da ‘Pegida‘, movimento di estrema destra creato a Dresda nel 2014, che mostra l’arresto di una donna olandese con indosso un gilet giallo generi clamore e sensazione.

Il video è divenuto presto virale, anche perché è stato accompagnato da didascalie del tipo: “In #Olanda, la polizia arresta una signora con il bambino nel passeggino perché si rifiuta di togliere il #giletgiallo, diventato ormai simbolo della protesta in #UE del popolo contro l’élite”, ed ecco che ne segue un’ondata d’indignazione.

Leggi anche -> Parigi blindata per la manifestazione dei gilet gialli: chiusi Louvre, Tour Eiffel e altri siti turistici

Mamma arresta dalla polizia, ecco cosa portava nel passeggino

Mamma Arrestata
(twitter)

Nel vedere una madre che viene allontanata con la forza dal passeggino in cui si suppone ci sia i figlio, non si può che rimanere colpiti. Viene da chiedersi che fine abbia fatto il bambino ed il passo successivo è quello di cercare delle notizie sulla stampa estera o italiana che forniscano delle informazioni in più sull’accaduto. Proprio dalla ricerca di ulteriori informazioni ci si rende conto che l’accaduto non viene minimamente trattato, possibile che un sopruso di questo genere non lasci traccia nella cronaca? Più probabile che il video sia stato utilizzato strumentalmente ed ecco che in una seconda ricerca, ci viene in soccorso ‘Open‘ (il giornale fondato da Mentana).

Su un articolo da considerare “Antibufala” scopriamo in realtà che la donna non è stata arrestata perché portava indosso il gilet giallo, bensì perché girava per le strade con un bambolotto in un passeggino. Gli agenti stanno cercando di capire perché la donna porti un bambolotto a spasso (nel video l’intervento della polizia è nella fase finale) e questa si rifiuta di dare loro spiegazioni. L’arresto è stato fatto dunque a scopo precauzionale, probabilmente per le misure anti terrorismo applicate in varie parti d’Europa dopo i numerosi attentati.

Leggi le nostre notizie anche su Google News