Home News Thailandia colpita dalla tempesta: un morto, turisti bloccati nei resort

Thailandia colpita dalla tempesta: un morto, turisti bloccati nei resort

CONDIVIDI

Thailandia colpita dalla tempestaLa violenta tempesta Pabuk si è abbattuta sull’Isola di Pattani, Thailandia, a partire da questa mattina. Il forte maltempo ha già causato ingenti danni ed una vittima, migliaia di turisti sono rimasti bloccati.

La tempesta tropicale Pabuk si è abbattuta con tutta la sua forza sulla costa sud della Thailandia. Secondo quanto riferito dai media locali si tratterebbe della tempesta più violenta degli ultimi 30 anni ed è giunta in piena stagione turistica: solitamente in questo periodo dell’anno non si verificano tali fenomeni atmosferici di questa intensità, motivo per cui le isole del sud sono gremite di turisti in vacanza.

Già a partire dalle 6:45 (ora italiana) di questa mattina venti di 70-80 chilometri orari e piogge scroscianti colpivano le località turistiche. Con il passare delle ore anche il mare si è increspato ed onde sempre più alte si sono abbattute con veemenza sul litorale. Nell’isola di Pattai è morto un uomo, un pescatore che si trovava con altre cinque persone in barca, un altro è stato dato per disperso in mare.

Leggi anche -> Thailandia, migliaia di turisti bloccati per la tempesta Pabuk: è la peggiore degli ultimi 30 anni

Leggi anche -> Thailandia: tempesta tropicale Pabuk, fuga di massa dei turisti

Tempesta tropicale: turisti bloccati nei resort e nei rifuggi

In vista dell’appropinquarsi della tempesta tropicale, le autorità locali avevano già predisposto dei rifugi per i turisti e per gli abitanti delle isole. Già ieri la maggior parte della popolazione era stata fatta sfollare, ma alcuni tra turisti e residenti sono tutt’ora bloccati in alcune isole e costretti a resistere come possono il più lontano possibile dalla costa. A questi è stato consigliato di rimanere al chiuso per tutta la giornata di oggi, nella speranza che a partire da domani la tempesta si sia affievolita e permetta loro di abbandonare le isole.

Leggi le nostre notizie anche su Google News