CONDIVIDI
(Websource / archivio)

Sono sbarcati stamani in Spagna i migranti della Open Arms, dopo avere percorso in mare oltre 2mila km. Il ministro degli Interni Matteo Salvini non ha tardato a commentare la notizia: “Missione compiuta! #portichiusi”.

I 311 migranti della nave della Ong Proactiva Open Arms, salvati in mare, al largo della Libia il 21 dicembre, sono finalmente giunti a destinazione. I profughi avevano trascorso il Natale in navigazione dopo che Italia, Francia, Tunisia e Malta avevano negato loro lo sbarco. E al termine del lungo viaggio hanno esultato, urlando e applaudendo al loro arrivo nel porto di Crinavis, nel comune di San Roque, nella baia di Gibilterra (Spagna meridionale), a pochi chilometri dalla cittadina di Algeciras. “Missione compiuta”, scrive su Twitter il fondatore dell’Ong, Oscar Camps.

“Queste sono persone, i bambini ma anche gli adulti, con storie nei loro Paesi d’origine ma anche durante il loro tragitto davvero orribili”, ha poi dichiarato Vicente Raimundo, direttore dei programmi d’intervento in Spagna dell’Ong Save The Children. Tra i 139 minorenni a bordo della nave dell’Ong Proactiva, infatti, alcuni “arrivano da Paesi in guerra come Somalia o Siria”. Il governo socialista di Pedro Sanchez aveva autorizzato la nave a entrare nelle acque territoriali spagnole, dopo il lungo tragitto. Raimundo ha sottolineato che in molti casi gli immigrati – 241 uomini e 70 donne – “sono passati per la Libia” e che “secondo le Nazioni Unite, tutti i migranti provenienti dal quel Paese hanno patito situazioni paurose, poiché il sistema di accoglienza, protezione e salvataggio” libico “lascia molto a desiderare”.

Il resoconto dell’operazione di sbarco

L’operazione di sbarco dei 311 migranti, provenienti dalla Nigeria o dal Mali, è iniziato intorno alle 10:30 di stamani, dando la priorità a donne e minorenni. La Croce Rossa ha fornito loro vestiti, alimenti e assistenza medica. Ora saranno trasferiti in un “Centro de Atención Temporal a Extranjeros”. Malta aveva ha accolto soltanto una donna e il suo neonato, partorito su una spiaggia libica, mentre a Lampedusa era stato accolto un ragazzo di 14 anni affetto da una grave infezione della pelle, e che viaggiava da solo. Il ministro degli Interni Matteo Salvini ha commentato la notizia come un successo: “Appena approdata in Spagna la nave Ong Open Arms, con 310 immigrati clandestini a bordo. Missione compiuta! #portichiusi”.

Su Facebook, intanto, gira un video che ha sollevato qualche perplessità (e infiammato nuove polemiche) in merito all’operazione stessa: “Proactiva Open Arms è appena arrivata al porto di Algeciras in #Spagna con a bordo le 300 ‘risorse’ – si legge in un post sul profilo di ‘Dama Sovranista’, alias Francesca Totalo -. Trovate le differenze tra la prima parte del video pubblicata da #OpenArms e la seconda pubblicata da una ‘improvvida’ giornalista a bordo della nave”.

EDS

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News