Home News Femminicidio: due donne morte in casa a Caserta e Catania

Femminicidio: due donne morte in casa a Caserta e Catania

CONDIVIDI
femminicidio
(screenshot video)

Femminicidio, nuovo allarme: due donne morte in casa a Caserta e Catania, in un caso era l’ex con cui si era separata da diversi anni.

Due donne morte nel giro di poche ore, a Caserta e a Catania: la mano sembra la stessa, quella di marito ed ex mariti che colpiscono per gelosia o eccesso d’ira. Le due donne si chiamavano Concetta Salomone e Sara Parisi e avevano rispettivamente 63 e 58 anni. La dinamica sarebbe la stessa: sono state assassinate in casa o nei pressi di questa, pare al termine di litigi furibondi.

Leggi anche –> Femminicidio: cosa vuole dire e perché è un’emergenza

Chi erano Concetta Salomone e Sara Parisi

Sul femminicidio di Caserta, gli inquirenti nutrono ancora dei dubbi: Concetta Salomone è stata ritrovata priva di vita in un vialetto a Falciano del Massico, poco distante dalla sua abitazione, con ferite alla fronte. L’ipotesi che ovviamente è maggiormente seguita è quella della lite col marito finita in tragedia, ma le forze dell’ordine seguono anche altre piste, come la caduta accidentale o una rapina finita male.

Diverso il caso di Sara Parisi, di Giarre nel catanese, il cui marito di recente aveva saputo di una nuova relazione della donna, scoprendola su Facebook. Dopo aver ucciso la ex, l’uomo – Francesco Privitera, di 58 anni – ha provato a togliersi la vita. Ritrovato morente e trasportato in elisoccorso al Cannizzaro di Catania, l’uomo è spirato poco dopo. Testimone della tragedia una nipote della vittima, che però ha potuto fare poco per evitare la tragedia.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!
✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore ✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore