CONDIVIDI

Uccide la ex moglieUn uomo di 58 anni ha ucciso la ex moglie a colpi di pistola poco fuori la sua abitazione, in seguito ha provato a suicidarsi.

Ennesimo caso di femminicidio, questa volta a Giarre (provincia di Catania). Secondo le prime informazioni giunte un uomo di 58 anni avrebbe atteso fuori dal portone di casa l’ex moglie (con la quale era separata da anni) poi, quando questa è uscita per andare a lavorare, le ha sparato uccidendola sul colpo. L’uomo ha quindi provato a suicidarsi con la stessa arma ed ora si trova ricoverato in un ospedale di Catania in gravi condizioni.

Leggi anche -> Savona, uccide la moglie e tenta di suicidarsi: “Vostra mamma dorme”

Leggi anche -> Investe e uccide la moglie mentre fa manovra, morta incastrata sotto all’auto

Catania, uccide la ex moglie: la gelosia il possibile movente

La coppia si era separata già da 6 anni, ma l’uomo pare non avesse mai superato il trauma. Dal loro matrimonio erano nati due figli, uno dei quali ora vive a Londra mentre l’altro abitava nella stessa casa della madre. Secondo una prima ipotesi investigativa il movente che può aver spinto il muratore 58enne a compiere il gesto potrebbe essere la gelosia. A quanto pare, infatti, questo avrebbe notato dal profilo Facebook della donna che questa si stava vedendo con un altro uomo.

Non è chiaro invece se questo abbia provato a togliersi la vita o se la ferita all’addome sia stata causata da un colpo accidentale partito durante una colluttazione con uno dei parenti della vittima. L’uomo adesso si trova all’ospedale Cannizzaro di Catania, dove è stato sottoposto ad una delicata operazione di rimozione del proiettile.

Leggi le nostre notizie anche su Google News