CONDIVIDI

Inter Napoli mortoDaniele Belardinelli, chi è il tifoso morto prima di Inter-Napoli. 

E’ morto il 35enne Daniele Belardinelli, il tifoso nerazzurro investito da un’auto in Via Novara poco prima dell’inizio della partita tra Inter e Napoli. Belardinelli è stato travolto, in base alle prime informazioni, da un suv nero il cui condudente non è ancora stato identificato.

Leggi anche –> Inter-Napoli, il questore di Milano vuole punire i tifosi nerazzurri

Chi era Daniele Belardinelli

Daniele Belardinelli era un capo degli ultrà varesini “Blood and Honour”. In passato aveva ricevuto un Daspo di 5 anni in seguito ad una guerriglia scatenatasi dopo un’amichevole tra Como e Inter. Belardinelli  era  molto noto a Varese come campione di MMA e in particolare della disciplina di “scherma corta” di cui ha vinto numerosi trofei.

Cosa è successo prima di Inter – Napoli

L’episodio è avvenuto ieri dopo le 19:30, ad un’ora di distanza dal fischio di inizio della partita vinta poi dall’Inter nel finale. In quell’ora si erano registrate le criticità massime inerenti ai pericolosi contatti tra ultras dell’Inter e del Napoli. Infatti c’erano stati anche altri 4 feriti, che hanno richiesto medicazioni da parte del personale del 118. Uno di loro, un 43enne, è stato accoltellato all’addome. Per gli altri tre invece nulla di preoccupante, tanto che hanno potuto fare ritorno allo stadio ‘Giuseppe Meazza’ per assistere all’evento sportivo. Si tratta di supporters napoletani che le forze dell’ordine ritengono essere caduti vittima di una imboscata organizzata da esponenti del tifo organizzato interista. Per quanto riguarda il tifoso morto, l’uomo era stato portato in gravi condizioni al ‘San Carlo’. Purtroppo non è stato possibile fare nulla per salvargli la vita. L’uomo aveva dei precedenti ed era stato sottoposto a Daspo. Come specificato dal Questore di Milano, Marcello Cardona, è stato investito a seguito dell’imboscata orchestrata dagli interisti assieme ad alleati del Varese e del Nizza contro i pullman con su i supporters napoletani. Il tutto è avvenuto in via Sant’Elena, presso via Novara. Durante gli scontri e gli attimi concitati vissuti, un van avrebbe investito il 35enne, il quale ha poi perso la vita in ospedale. Purtroppo si tratta dell’ennesima morte assurda legata ad una partita di calcio. Nel 2014 lo stesso tragico destino era toccato anche al napoletano Ciro Esposito, morto in seguito ad un lungo coma durato settimane dopo essere stato ferito a colpi di arma da fuoco prima della finale di Coppa Italia Napoli-Fiorentina da un ultrà romanista.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore