Milan, batosta Uefa: maxi sanzione e rosa ridotta per due anni

milan uefa
(MIGUEL MEDINA/AFP/Getty Images)

Milan, batosta Uefa dopo l’eliminazione dall’Europa League: maxi sanzione e rosa ridotta per due anni per aver violato pareggio di bilancio.

Dopo l’eliminazione dall’Europa League, per il Milan arriva una nuova batosta: la società rossonera è stata infatti pesantemente punita dall’Uefa. Già in estate era arrivata l’esclusione per un anno dalle coppe per il mancato rispetto dei regimi del Fair Play Finanziario nel triennio 2014-2017. Quindi era giunta la sentenza del Tas che aveva dato ragione ai rossoneri, ribaltando la sentenza dell’Uefa.

Leggi anche –> Milan, la sentenza del Tas ribalta tutto: parteciperà all’Europa League

Le sanzioni Uefa: cosa rischia ancora il Milan

Oggi arriva la batosta: la camera arbitrale dell’Organo UEFA di Controllo Finanziario dei Club (CFCB) ha preso la decisione sulla sanzione da comminare al Milan per la violazione delle regole sulle licenze per club e sul fair play finanziario UEFA, con particolare riferimento al pareggio di bilancio. Il TAS aveva deferito la questione alla CFCB, quindi era nell’aria una possibile sanzione, che però è estremamente pesante.

Al Milan verranno anche trattenuti 12 milioni di euro di ricavi della UEFA Europa League 2018/19. Inoltre, non potrà registrare più di 21 giocatori per le competizioni UEFA 2019/20 e 2020/21. Ma non finisce qui: se il club non dovesse rispettare il pareggio di bilancio al 30 giugno 2021, sarà escluso dalla partecipazione alle competizioni Uefa alle quali potrebbe qualificarsi nelle due stagioni successive.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News