CONDIVIDI
omicidio incidente
Un giovane accusato di omicidio dopo aver causato un incidente dove è morta la sua fidanzata

Guida a tutti i costi nonostante l’alto livello di alcol nel sangue e compie un incidente dove la fidanzata muore. Condannato per omicidio reagisce così.

Un giovane è stato condannato per omicidio dopo aver causato la morte della propria fidanzata. La vicenda riguarda Thomas Baird, 21 anni, e Demi Grewer. Quest’ultima è la vittima ed aveva appena 18 anni prima che l’incidente stradale causato dal suo compagno ne provocasse la morte. Baird si era messo al volante della propria auto al momento di tornare a casa da una festa. Nonostante avesse pesantemente esagerato con gli alcolici, il ragazzo ha voluto a tutti i costi rincasare in piena autonomia anziché prendere un taxi come avrebbero voluto i suoi amici. E nonostante lui stesso fosse consapevole di non trovarsi nel pieno possesso delle proprie facoltà fisiche e mentali. E poi è successa la tragica casualità, con la vettura che è andata a schiantarsi con violenza contro una recinzione. Questa vicenda è avvenuta a Manchester, in Inghilterra. Ed ora un tribunale ha riconosciuto in pieno tutte le responsabilità attribuite al 21enne per la scomparsa della povera Demi.

LEGGI ANCHE–> Incidente A4: scenario drammatico, autista morto e traffico nel caos

Omicidio, ubriaco al volante e la sua ragazza muore: lui reagisce così

Il giudice lo ha condannato a 4 anni di carcere. Ha destato profondo sdegno però l’atteggiamento di assoluto menefreghismo di Thomas Baird. Prima di entrare in aula per conoscere l’esito della sentenza, l’imputato si era concesso a degli scatti assieme a degli amici che lo aspettavano all’esterno del tribunale, concedendo parecchi sorrisi. Come se non si rendesse conto dell’omicidio che la sua mancanza totale di senso della responsabilità aveva provocato. La dinamica dell’incidente è chiara. Il colpevole stava correndo sui 110 km all’ora in una strada dove il limite di velocità impone di andare al massimo a 50. Ed il livello di alcol nel suo sangue superava di ben tre volte la soglia massima stabilita dalla legge. Lui dopo l’incidente ne è uscito illeso, ma la sua fidanzata ha riscontrato ferite molto gravie, che l’hanno portata a morire qualche ora dopo essere stata trasferita in codice rosso in ospedale. Per Baird è arrivata anche l’interdizione dal guidare qualsiasi mezzo per i prossimi 5 anni.

LEGGI ANCHE –> Tragico incidente in serata: il guardrail lo trapassa, la morte è orrenda

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News