CONDIVIDI
Papa Francesco
Il Papa attaccato dalla Fraternità San Pio X (Getty Images)

La Fraternità San Pio X, da sempre incline all’ostilità verso Papa Francesco e chi lo ha preceduto, mostra ancora pericolosi propositi indipendentisti.

Nelle score ore c’è stata una polemica che ha toccato Papa Francesco e che è stata innescata dalla Fraternità San Pio X. Don Davide Pagliarani, da poco eletto nuovo superiore generale della Fraternità, ha rifiutato l’invito di Bergoglio a restare uniti in nome di Cristo. Niente unità con la Chiesa di Roma in nome degli “errori conciliari”. Ma subito tante componenti della cristianità ne hanno preso le distanze. A dimostrare massima solidarietà al papa è in particolare la Fraternità Sacerdotale di San Pietro (FSSP), che per bocca del suo Superiore Generale, Andrzej Komorowski, ha affermato come “non c’è alcuna possibilità di finire in Paradiso se non ci si dimostra solidali ed uniti al Papa. Per l’alto prelato non esiste alcuna possibilità di dichiararsi autonomi ed indipendenti da quello che è il Vicario di Cristo sulla Terra. Ci sono delle componenti che mirano ad attuare uno scisma dalla Chiesa e che quindi, in virtù di ciò, si dimostrano perennemente ostili a Francesco.

LEGGI ANCHE –> Scomunicato Don Minutella, il prete palermitano che ha attaccato il Papa e il Vaticano

Papa Francesco e l’impiccio degli scismatici

Don Davide Pagliarani in particolare non sembra abbia mai accettato alcun invito di riconciliazione, tanto che dalla sua recente nomina a massima autorità della Fraternità San Pio X, pare aver annullato tutti i passi di riavvicinamento compiuti in questi anni da chi lo ha preceduto in tale carica. Ma la Fraternità Sacerdotale di San Pietro si erge a difesa della massima autorità ecclesiastica esistente e definisce Bergoglio e chi è venuto e verrà al suo posto “il volto visibile di Nostro Signore. Se vuoi far parte della Chiesa serve unità, e serve ascoltare la sua parola. C’è soltanto una Chiesa fondata dal Signore ed il Papa è il Suo vicario visibile”. Certo, Komorowski aggiunge anche che “il capo della Cristianità in terra non sempre prende le decisioni giuste. Ma questo non autorizza nessuno a prendere iniziative personali ed a fare ciò che vuole”.

LEGGI ANCHE –> Ludopatia, un prete brucia quasi un milione di euro dei fedeli al gioco

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News