CONDIVIDI

Ecco com'è il volto di Michael Schumacher oggiMichael Schumacher: l’arcivescovo Ganswein ha fatto visita al sette volte iridato nella sua casa in Svizzera ed ha descritto il volto del campione dopo l’incidente.

Dal 2013, anno in cui Michael Schumacher ha avuto il terribile incidente sulla pista di sci ed ha rischiato di morire, la famiglia del campione tedesco ha sollevato un muro con la stampa e con i fan per regalare al sette volte iridato la serenità di cui necessità. Solo in rare occasioni parenti ed amici hanno rilasciato brevi commenti, ma tutti si sono limitati a dire che gli hanno fatto visita e che stanno vicino alla famiglia. Di recente la moglie del campione ha rilasciato un’intervista inedita del marito, girata poche settimane prima dell’incidente. Si è trattato di un regalo ai fan in occasione del 50° compleanno di Schumi che ci sarà il prossimo 13 gennaio.

Leggi anche -> Michael Schumacher, l’intervista inedita: “Ecco perché ho successo”

Leggi anche -> Michael Schumacher, ultime notizie dal manager sulle sue condizioni: “Combatte come sempre…”

Michael Schumacher, l’arcivescovo Ganswein: “Il suo volto è più pieno”

In visita alla casa del campione tedesco in Svizzera nel 2016, l’arcivescovo Ganswein (uomo di fiducia di papa Francesco) ha spiegato ai media le sensazioni avute in quella occasione, spiegando come il volto del campione di Formula 1 fosse più pieno rispetto a quando era in attività, ma che l’incidente non l’aveva mutato, rendendolo irriconoscibile. Continuando sulle sensazioni provate, il prelato ha dichiarato: “Io mi sono seduto accanto a lui ed ho stretto le sue mani” ha detto Ganswein a ‘Bild’, quindi ha aggiunto: “Lui percepisce che ci sono persone attorno a lui che lo amano, si occupano di lui e, grazie a Dio, tengono lontani i curiosi”, aggiunge l’arcivescovo evidenziando come sia lo stesso Schumi a volere privacy, quindi conclude: “Certamente includo Michael e la sua famiglia nelle mie preghiere”.

Leggi le nostre notizie anche su Google News