Matteo Salvini: “Global Compact sui migranti, L’Italia non firma” – VIDEO

Global Compact
(Screenshot)

Matteo Salvini: “Global Compact sui migranti, L’Italia non firma” – VIDEO. 

“L’Italia non firmerà la proposta Global Compact ONU sull’immigrazione e il governo non andrà alla riunione di Marrakesh. Avanti!”. E’ questo il riassunto di quanto sta dicendo in Aula il Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

A conferma di quanto annunciato da Matteo Salvini sono arrivate anche le parole del premier Conte in una nota ufficiale: “Il Global Migration Compact è un documento che pone temi e questioni diffusamente sentiti anche dai cittadini. Per questo il governo ritiene opportuno parlamentarizzare il dibattito e rimettere le scelte definitive all’esito di tale discussione, come pure è stato deciso dalla Svizzera”.

Leggi anche –> Global Compact, che cos’è e come funziona: quali sono gli effetti sull’Italia

Poche ore prima la deputata Barbara Saltamartini aveva spiegato: “Le politiche migratorie di questo Governo sono note a tutti gli italiani. Non consentiremo ingressi a chiunque, neanche sotto il cappello dell’Onu tramite il Global Compact. La Lega ha le idee ben chiare sul fenomeno dell’immigrazione e non cambieremo certo adesso. Non consentiremo di favorire ingressi nel nostro Paese a chiunque, cosi’ come recita l’accordo. Ne’, tantomeno, siamo e saremo propensi a perdere ulteriori spazi di sovranità”.

Che cos’è il Global Compact

E’ l’accordo voluto dall’ONU per dare una risposta globale al problema della migrazione. Nel 2016, nell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite di New York, è stato firmato da oltre 190 Paesi ed per il luogo in cui è avvenuto l’incontro è stato chiamato anche “Dichiarazione di New York“. I punti principali di questo accordo sono i seguenti:

  • la lotta alla xenofobia
  • la lotta allo sfruttamento
  • il contrasto del traffico di esseri umani
  • il potenziamento dei sistemi di integrazione
  • assistenza umanitaria
  • programmi di sviluppo
  • procedure di frontiera nel rispetto del diritto internazionale, a iniziare dalla Convenzione sui rifugiati del 1951