CONDIVIDI
maschicidio
(Archivio)

Femminicidio e maschicidio, i numeri sono simili e preoccupano. 

Ovviamente sia chiaro, non so tratta di fare un triste e inutile confronto tra chi ha più vittime tra uomini e donne. Però, come fa notare anche il Giornale, è vero che c’è un fenomeno del quale si parla ancora poco e che riguarda le morti violente di uomini in famiglia, in coppia, tra amici, vicini di casa, colleghi di lavoro.

Secondo i dati del Ministero dell’Interno in Italia nel 2017 sono state uccise volontariamente 355 persone: di queste, ben 236 nelle Ris (Relazioni interpersonali significative). Le donne sono 120, gli uomini 116. I dati sono stati rilevati nell’ambito dell’indagine «Violenza domestica e di prossimità: i numeri oltre il genere nel 2017».

Barbara Benedettelli, autrice dell’articolo e dell’inchiesta de Il Giornale e del libro intitolato “Il maschicidio silenzioso”, snocciola poi altri numeri: “Ottanta persone massacrate in famiglia, tra i carnefici anche 15 donne, che hanno ucciso più femmine (8) che maschi (7). Di queste, 8 sono madri (due suicidate), contro 3 padri (tutti suicidati); questi undici assassini hanno ucciso 16 minori: 8 maschi e 8 femmine, 3 delle quali, più un bambino, morti per mano di un solo papà”. E poi ancora: “Gli omicidi-suicidi in ambito familiare e di coppia sono 30: 28 uomini e 2 donne; i suicidi noti, dove la causa è legata alla fine di una relazione, sono 39: 32 uomini, almeno 8 dei quali disperati per il distacco forzato dai figli, e 7 donne, tra cui due bambine di 12 e 14 anni che soffrivano la separazione dei genitori. Ancora in ambito cosiddetto passionale, su 66 omicidi con vittime femminili quelli che tecnicamente si potrebbero definire femminicidi sono 42 (esclusi 4 casi non risolti), di cui 14 commessi da stranieri provenienti soprattutto dai Paesi dell’Est e dal Nordafrica. Gli altri 20, in cui il movente non ha a che fare col genere, sono coniunxcidi (da coniunx= coniuge), neologismo adottato nell’indagine che vale sia per gli uomini che per le donne a differenza di uxoricidio (da uxor=moglie). Gli italiani che hanno perso la vita per mano di una donna che avrebbe dovuto amarli sono 19”.