CONDIVIDI
giusy pepi monreale
(Facebook)

Giusy Pepi, i dettagli della sparizione: “Dormiva nei vagoni e andava a mangiare alla Caritas”, nuove accuse al marito della donna.

Ritrovata ieri Giusy Pepi, della quale i suoi familiari non avevano più notizie dallo scorso 15 ottobre. La donna, mamma di cinque figli, secondo quanto raccontato da Davide Avola, marito della 39 enne, si era allontanata da casa sua a Vittoria, in provincia di Ragusa. Sembra oramai assodato che si sia trattato di allontanamento volontario.

Vuoi restare aggiornato sul caso di Giusy Pepi? Clicca qui

I particolari sulla scomparsa di Giusy Pepi

Giusy Pepi, che non è rientrata in famiglia, è stata ascoltata per circa quattro ore dal sostituto procuratore Giulia Bisello. Ieri, intanto, a ‘Chi l’ha visto?’ Antonino Ciavola, capo della squadra mobile di Ragusa, ha spiegato che la donna avrebbe dormito in giacigli improvvisati: “Ci ha riferito di vivere in una situazione di restrizioni da diversi anni. Giusy in queste settimane ha vissuto in un ambiente rischioso, dormiva all’interno di un vagone di un treno e andava a mangiare ogni giorno alla Caritas, segno che fuggiva da una situazione probabilmente divenuta insostenibile”.

Sembra insomma chiaro che vi siano accuse precise rivolte al marito, infatti Ciavola ha aggiunto: “Se può essere denunciata per avere abbandonato i figli? Ha commesso un reato ma in questo caso sussistono delle giustificazioni, perché versava in condizione di pericolo. Quindi il suo comportamento antigiuridico può essere giustificato”. La donna dunque è stata ritrovata, ma la sua vicenda non si conclude qui.

Leggi anche –> Giusy Pepi ritrovata a Palermo: sta bene, allontanamento volontario

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News