CONDIVIDI
(Websource / archivio)

Il 20 Novembre 2018 ore 17:50 è stata registrata una scossa di terremoto di magnitudo 3 e profondità 8.7 km a Albanella (Sa).

La terra torna a tremare nel Salernitano. Una nuova scossa di terremoto è stata registrata nel pomeriggio di oggi, alle ore 17,50 minuti e 18 secondi, con epicentro Albanella, nella zona sud della provincia campana. Il sisma, di magnitudo, 3.0, è stato rilevato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) a una profondità di 8,7 chilometri. Fortunatamente, vista la line entità del movimento tellurico, non si segnalano al momento danni a persone né a cose. A Controne, in ogni caso, il primo cittadino Ettore Poti ha emesso a scopo precauzionale un’ordinanza di chiusura straordinaria di tutte le scuole per domani, mercoledì 21 novembre.

I comuni toccati dall’odierno evento sismico, entro 20 km dall’epicentro, sono quelli di Albanella, Altavilla Silentina, Controne, Roccadaspide, Capaccio Paestum, Castelcivita, Trentinara, Giungano, Castel San Lorenzo, Aquara, Postiglione, Serre, Monteforte Cilento, Cicerale, Ottati, Felitto, Ogliastro Cilento, Bellosguardo, Sicignano degli Alburni, Eboli, Magliano Vetere, Prignano Cilento, Sant’Angelo a Fasanella, Agropoli, Torchiara, Battipaglia e Roscigno. Un bacino che conta circa 187.000 abitanti. L’unica provincia coinvolta da questa scossa è quella di Salerno. Secondo la scala Ritcher, un evento sismico di magnitudo 3 è classificato come terremoto “molto leggero”e descritto nei termini seguenti: “spesso avvertito, ma generalmente non causa danni”.

EDS

Leggi le nostre notizie su viaggi, attualità, cronaca e curiosità anche su Google News