CONDIVIDI

Crocifisso via dalle auleLa presidenza dell’Istituto Rodano di Fiumicino ha deciso di rimuovere i Crocifissi dalle aule per rispetto delle altre culture. I genitori però non hanno gradito la scelta ed è scoppiata una polemica.

Una dei primi disegni di legge proposti dalla Lega dopo essere salita al governo ha riguardato l’obbligo di esposizione dei Crocifissi nelle aule delle scuole e negli edifici pubblici (non ancora passato). Ad andare in controtendenza con il desiderio leghista di riproporre i Crocifissi nelle Aule  sarebbe stato l’Istituto Rodano di Fiumicino che proprio in questi giorni avrebbe preso la decisione di rimuoverli dalle aule in rispetto di chi non è credente.

La denuncia di tale decisione è stata resa pubblica dal senatore della Lega William De Vecchis, il quale ha riguardo ha scritto: “Lo scorso 8 novembre, in una riunione all’interno della scuola, alcuni genitori si sono accorti che da qualche classe erano spariti i crocifissi, simboli della cristianità e della nostra cultura. Alle richieste di chiarimenti, la risposta è stata che l’eliminazione del Crocifisso era stata decisa per non mettere in imbarazzo i bambini di fede musulmana presenti nell’istituto”. Il senatore ha continuato la propria invettiva spiegando il perché una simile decisione non lo trova d’accordo: essendo i Crocifissi simbolo della cristianità e della tradizione italiana, dice il senatore, toglierli offende molte più persone di quanto non faccia tenerli in aula.

Leggi anche -> Halloween, corpi appesi in giardino: panico per strada, arriva la polizia – FOTO

Crocifisso via dalle Aule, le parole di Salvini

Appreso quanto sarebbe successo nella scuola di Fiumicino, il ministro dell’Interno Salvini ha dato il proprio appoggio al senatore De Vecchis, scrivendo sul proprio profilo: “Roba da matti! Spero non sia vero… Quanti episodi avremo da qui al Natale? Io rilancio: #vivailNatale, giù le mani dalla nostra storia millenaria”. Alle accuse del leghista ha risposto anche il sindaco di Fiumicino, cercando di stemperare i toni della polemica: “Apprendo che è in corso una polemica perché da alcune aule di una scuola sarebbero stati tolti i crocifissi. Non sappiamo se la vicenda sia vera”, spiega il sindaco che in seguito aggiunge: “Abbiamo interpellato la preside del plesso scolastico che era totalmente all’oscuro dei fatti denunciati dal senatore De Vecchis. Stiamo approfondendo per venirne a capo. Mi auguro che nessuno abbia preso iniziative di questa natura autonomamente e senza confrontarsi con la dirigente scolastica”.

Leggi le nostre notizie su viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News