CONDIVIDI

Mamma uccide le due figlie e si suicidaOrrore ad Aosta, una madre ha deciso di porre fine alla vita delle sue bimbe, gli agenti hanno trovato due lettere in cui spiegava il motivo del suo gesto.

Questa mattina il paesino in provincia di Aosta, Aymavilles, si è destato con l’obbligo di confrontarsi con un orrore che è difficile da comprendere ed accettare. Ieri notte, infatti, l’infermiera del reparto di cardiologia dell’ospedale di Aosta Marisa Charrère ha deciso di porre fine alla sua esistenza, ma prima di farlo ha coinvolto nella sua scelta anche le sue due bambine, rispettivamente di 7 e 9 anni.

L’omicidio-suicidio era premeditato, la donna ha portato con se dal posto di lavoro un cocktail di farmaci che serviva ad uccidere le figlie nel sonno, quindi ha atteso che si addormentassero e, approfittando dell’assenza del marito, ha iniettato la sostanza letale nel corpo delle bambine. A quel punto non restava che completare l’opera, così Marisa si è uccisa.

Leggi-> Aosta, mamma uccide i figli di 7 e 9 anni poi si toglie la vita

Orrore ad Aosta: Osvaldo torna a casa e si trova di fronte alla tragedia

Ad avvisare le forze dell’ordine è stato il marito della donna, Osvaldo Empereur, il quale si è ritirato in casa intorno alla mezzanotte ed ha trovato la moglie e le figlie senza vita. Gli agenti della Squadra Mobile e della Questura hanno trovato all’interno dell’appartamento due lettere di spiegazioni lasciate dalla donna, nelle quali si leggeva che il suo gesto era dovuto alle difficoltà incontrate nella vita. Data la dinamica dell’accaduto ci sono pochi dubbi su quanto successo, in ogni caso il pm Carlo Intravigne richiederà l’autopsia sui cadaveri per confermare che la causa della morte sia stata causata dal cocktail di farmaci, ma si tratta più che altro di un atto dovuto.

Leggi le nostre notizie su viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News