Matteo Salvini, il sondaggio riservato: a Napoli un voto su cinque

Matteo Salvini una preferenza su cinque in Campania
(screenshot video)

Matteo Salvini continua a crescere in popolarità, almeno secondo uno degli ultimi sondaggi effettuati in base al quale avrebbe una preferenza su cinque anche a Napoli, territorio storicamente contrario.

Secondo quanto apprendiamo da un articolo dedicato su ‘Libero Quotidiano‘ il leader del carroccio Matteo Salvini continuerebbe a raccogliere consensi, nonostante questa mattina abbiamo assistito alle pesanti critiche ricevute da parte degli studenti in tutta Italia (d’altronde la maggior parte degli studenti scesi in piazza non ha raggiunto l’età per votare). Il dato proverebbe da un sondaggio dedicato che è arrivato proprio in questi giorni sulla scrivania del ministro dell’Interno, secondo il quale Salvini avrebbe una preferenza su cinque anche in Campania, regione tradizionalmente contraria a lui ed alla Lega.

Il dato fornito è privo di qualsiasi controprova e non permette di osservare né il numero di partecipanti al sondaggio né le fasce di età di appartenenza di quelli che avrebbero espresso questa preferenza, ma è l’ennesimo segnale positivo (tutti i sondaggi effettuati dopo la costituzione del governo vedono la lega al primo posto nelle preferenze) per un uomo politico che ha saputo prendersi il palcoscenico con il solo 17% di preferenze alle nazionali.

Leggi anche -> Matteo Salvini Determinato, pugno di ferro contro lo spaccio: “Pene severe”

Salvini: “Non do peso ai sondaggi, la mia forza è essere una persona normale”

Lo stesso Salvini è consapevole che i sondaggi non sono lo specchio della situazione reale e che andare alle urne è decisamente diverso, infatti proprio a Libero spiega: “Ho visto sondaggi pazzeschi ma non li guardo sennò mi monto la testa”. Non può negare, però, di aver notato una crescita del consenso popolare in questi mesi e pensa che il merito di questo successo sia dovuto al suo modo di essere: “La chiave del mio successo è la normalità. Leggo sui social e su Instagram quelli che mi criticano perché sono una persona normale, come se fosse una cosa negativa. Mi criticano perché parlo di pallone, di Milan, di Vasco, di ragazze e allora? Io sto tra le gente, penso come le persone normali”.

Leggi le nostre notizie anche su Google News