Gessica Lattuca, il caso a una svolta: ricerche in venti pozzi della zona

Gessica Lattuca
Gessica Lattuca

Gessica Lattuca, il caso della mamma di cinque figli sparita all’improvviso il 12 agosto a una svolta: ricerche in venti pozzi della zona.

Gessica Lattuca, mamma di cinque figli, è sparita all’improvviso da casa sua in Sicilia lo scorso 12 agosto. Di lei non si hanno più tracce e col passare delle ore sembra emergere una sola angosciante verità, ovvero che la giovane donna sia stata uccisa. Nella serata di domenica, si era appreso che i carabinieri che indagano sul caso avrebbero infatti ricevuto una telefonata anonima.

Vuoi restare aggiornato sul caso di Gessica Lattuca? Clicca qui

Le ricerche di Gessica Lattuca: la donna è stata davvero uccisa?

In quella chiamata – che però i carabinieri di fatto smentiscono ci sia mai stata – la voce di una donna spiegava che Gessica Lattuca sarebbe stata uccisa, indicando anche il movente del delitto in una presunta relazione tra Filippo Russotto, ex compagno di Gessica Lattuca e padre di tre dei figli della donna, e Serena Restivo, un’amica della giovane mamma. In queste ore, ci sarebbe stata una mappatura dei pozzi artesiani della zona.

Interpellato da ‘Leggo’, il procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella, si è sbilanciato, spiegando: “Stiamo censendo alcuni pozzi artesiani coperti e scoperti, per scandagliarli con delle telecamere di profondità dei vigili del fuoco. Stiamo facendo il punto sulle indagini per la sparizione di Gessica Lattuca”. Le cronache locali sostengono che la ricerca sarebbe limitata a una ventina di pozzi artesiani tra le campagne di Favara e la zona di Punta Bianca.

Leggi anche –> Gessica Lattuca: il cadavere in fondo a un pozzo artesiano?

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News