CONDIVIDI
croazia-spagna nations league
Si gioca Croazia-Spagna per la UEFA Nations League, i dettagli © Getty Images

Si gioca Croazia-Spagna per la Nations League. La situazione per i padroni di casa vicecampioni del mondo è disperata, ospiti invece primissimi.

Il grande calcio torna sulle reti Mediaset. Questa sera Canale 5 trasmetterà in diretta Croazia-Spagna, affascinante sfida valevole per la UEFA Nations League. Si tratta della competizione ideata dal massimo organismo calcistico continentale per rendere più interessanti e motivati gli impegni delle varie selezioni europee. L’appuntamento è alle ore 20:45, con il fischio di inizio del big match del gruppo 4. All’andata i croati vicecampioni del mondo in carica persero in maniera clamorosa per 6-0 al cospetto delle Furie Rosse di Luis Enrique. Croazia-Spagna rappresenta altrettanto a sorpresa anche un testacoda nel girone, con i balcanici che, in caso di nuova sconfitta, finirebbero nella Lega B. In pratica una vera e propria serie b delle nazionali europee, dove sono relegate selezioni di modesta caratura tecnica.

Croazia-Spagna, padroni di casa costretti a vincere

L’Italia invece ha scongiurato questo pericolo dopo aver battuto la Polonia il mese scorso, ed ora anzi insidia il Portogallo capolista che però avrà una ulteriore partita da giocare. Alla fine le prime di ogni girone si sfidano in gare ad eliminazione diretta per poi contendersi il titolo in finale. Tornando a Croazia-Spagna, Modric e compagni sono costretti a vincere per agganciare l’Inghilterra e sperare nella salvezza proprio nello scontro diretto su suolo inglese. La classifica del girone dice: Spagna 6, Inghilterra 4, Croazia 1. Quest’ultime due selezioni hanno pareggiato 0-0 a Spalato un mese fa. Il 18 novembre ci sarà un vero e proprio scontro diretto a Wembley dunque. Che, in caso di sconfitta quest’oggi, i croati saranno costretti a vincere.

Tanti gli ‘italiani’ in campo

Ed anche con un successo odierno, si dovrà non perdere poi con l’Inghilterra o quanto meno pareggiare con gol per evitare la discesa di categoria. Diversi saranno i calciatori che militano nella nostra Serie A a prendere parte al match. Nella sola Croazia ecco gli interisti Perisic, Brozovic e Vrsaljko, poi Badelj (Lazio), Rog (Napoli), Pasalic (Atalanta), Bradaric (Cagliari) e Pjaca (Fiorentina). Nella Spagna, che dopo 3 partite ha 6 punti e punta a consolidare il primo posto, come ‘italiano’ è presente il solo milanista Suso. Luis Enrique non ha tenuto in considerazione il gruppo spagnolo del Napoli composto da Callejon, Albiol e Fabian Ruiz oltre a non convocare altri atleti iberici militanti in Italia.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News