Home News Nobile ereditiera inglese muore a 18 anni di overdose: “Si prostituiva”

Nobile ereditiera inglese muore a 18 anni di overdose: “Si prostituiva”

CONDIVIDI
Lady Beth Douglas
Lady Beth Douglas (Facebook)

Una nobile ereditiera inglese, Lady Beth Douglas, muore a 18 anni di overdose di eroina, il fidanzato rivela: “Si prostituiva anche”.

Lady Beth Douglas, la figlia più giovane del marchese di Queensberry, Lord David, è morta a marzo dopo aver preso cocaina ed eroina a una festa. Inoltre, sembra che Ling Ling, come tutti conoscevano Lady Beth Douglas, si prostituisse. La vicenda ha sconvolto l’opinione pubblica di Oltremanica. Jenan Herzog Karagoli, che aveva avuto una relazione con l’adolescente per dieci mesi, la trovò svenuta nel loro appartamento a Notting Hill, nella zona ovest di Londra.

Vuoi restare aggiornato sulle notizie dall’estero? Clicca qui

Il rapporto di Lady Beth Douglas col fidanzato e le droghe

Il 21enne ha spiegato di sapere quella che fosse l’attività della ragazza, ma di aver sempre taciuto. I due avrebbero avuto una discussione sulle scelte fatte dalla giovane ereditiera: “Mi ha detto di sedermi e godermi la mia Guinness mentre andava a incontrare un amico”, ha riferito Karagoli. Successivamente, lo aveva avvertito che aveva preso in affitto una stanza d’albergo. Quando le è stato chiesto come poteva permettersi le camere d’albergo che costavano 250 sterline a notte, lei gli ha detto: “Ho fatto quello che dovevo fare”. Ling Ling era una studentessa e violinista, ma ha lottato con la dipendenza da droghe e alcol e veniva curata per malattie mentali.

Anche il suo fidanzato soffriva di dipendenze, come ha ammesso: “Sapevo che qualcosa stava accadendo, ma la mia mente era troppo offuscata dal bere e dalle droghe”. In ogni caso, aveva spiegato alla ragazza che l’avrebbe aiutata economicamente se lei avesse smesso di prostituirsi. Dopo la morte di Lady Beth, Jenan è stato affrontato dalla sua famiglia ed è stato accusato di non aver fatto abbastanza per salvarla da una vita travagliata. Il ragazzo ha sì ammesso che il loro legame era ‘gestito’ dalla cocaina, ma ha sottolineato come nulla sapesse di quanto accaduto quell’ultima notte.

Leggi anche –> Morte Desirée: cade l’accusa di omicidio per due degli arrestati

Le ultime ore di Lady Beth Douglas

Secondo quanto riferito, Lord Queensberry ha criticato la polizia per non aver identificato il rivenditore che ha dato a sua figlia l’eroina. Le ultime ore della marchesina sono state terribili: la coppia era stata vittima di droga e alcolismo nei due giorni precedenti alla sua morte e aveva partecipato a una festa a Pembridge Square il 6 marzo. Jenan ha detto all’udienza che lei gli aveva chiesto di andare a comprare una bottiglia di vino intorno alle 20:00 e quando è tornato stava dormendo su un divano. Ha detto che si era addormentato da solo, ma quando si è svegliato alle 1.30 del mattino lei non rispondeva più e quindi ha chiamato i soccorsi. Probabilmente era morta da ore prima che il fidanzato se ne accorgesse.

Conosciuta da familiari e amici come Ling Ling, la marchesina era l’unica figlia della terza moglie di Lord Queensberry, l’artista taiwanese Hsueh-Chun Liao. Lord Queensberry disse al medico legale: “Sono quasi sicuro che questa è stata la prima volta per mia figlia, che aveva assunto molte droghe, ma non aveva mai avuto eroina per via endovenosa, per quanto ne so. Nessuno prende la prima iniezione endovenosa di eroina senza assistenza, qualcuno l’ha aiutata e nessuno sembra interessato a chi sia”. Un rapporto tossicologico ha trovato eroina, cocaina e morfina nel sangue. Sembra che nei mesi precedenti in più occasioni avesse assunto MDMA. Infine la ragazza, fin da quando aveva 13 anni, soffriva di malattie mentali tra cui disturbo bipolare e disturbo emotivo instabile della personalità.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News