CONDIVIDI
Ylenia Carrisi
Romina Power con Ylenia Carrisi da bambina

Il caso della scomparsa di Ylenia Carrisi fa ancora discutere 25 anni dopo, Romina Power contro gli Usa: “Curano malattie, ma…”.

Ylenia Carrisi, figlia di Al Bano e Romina, svanì nel nulla il 31 dicembre 1993 a New Orleans, dopo essersi sentita con la famiglia per gli auguri di Capodanno. In queste ultime settimane, si è tornati a parlare molto spesso del caso: quello che per molti sembra inverosimile è che 25 anni dopo la ragazza sembra letteralmente svanita nel nulla.

Leggi anche –> Ylenia Carrisi: le ultime novità sulla scomparsa della figlia di Al Bano e Romina

Le parole di Romina Power sulla figlia Ylenia Carrisi

Tante le ipotesi rispetto al fatto che la figlia maggiore di Al Bano Carrisi e Romina Power possa essere ancora in vita, sebbene ci sia un testimone oculare, il guardiano del Woldenberg Park, Albert Cordova, che sostenne di averla vista gettarsi nelle acque del Mississippi. Lo stesso genitore della ragazza, che oggi avrebbe quasi cinquant’anni, ha sostenuto anche di recente che sua figlia è deceduta, anzi è stato lui a chiedere che venisse dichiarata la morte presunta.

Una scelta che però non è mai andata giù a Romina Power, la quale nel corso di una recente puntata del Maurizio Costanzo Show, ha rotto gli indugi chiarendo la propria posizione: “Fino a prova contraria Ylenia è ancora viva. Questo discorso vale per lei e per tutte le ragazze che spariscono di cui non si ha più traccia”. La cantante figlia d’arte ha poi aggiunto una stoccata nei confronti della polizia Usa: “Non so come sia possibile che si riescano a curare le malattie più impossibili e terribili che ci siano e non si riescano a trovare le persone scomparse”. Il dubbio dunque resta questo: le forze dell’ordine di New Orleans hanno davvero fatto il possibile per ritrovare Ylenia Carrisi?

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News