CONDIVIDI

Trovato il cadavere di un quindicenne vicino ai binariNei pressi di Cuneo un macchinista ha avvistato questa mattina il cadavere di un quindicenne vicino ai binari, la polizia sta indagando sull’accaduto.

Intorno alle 8.00 di questa mattina il macchinista del treno regionale 22964 diretto a Fossano ha avvistato accanto ai binari il cadavere di un ragazzino. L’uomo ha immediatamente avvisato le autorità, specificando che il corpo si trovava accanto ai binari in una zona di aperta campagna tra la stazione di Centallo e quella di San Benigno. Immediato l’intervento della Polizia Ferroviaria sul luogo: il tratto ferroviario è stato chiuso al traffico per due ore, così da permettere agli agenti di effettuare i rilevamenti del caso.

Dalle prime indiscrezioni fornite ai quotidiani locali si è scoperto che il cadavere apparteneva ad un quindicenne di origine straniera. Il decesso sarebbe stato causato da un violento trauma, evidenza che porta a pensare che il giovane possa essere stato colpito da un treno durante la notte. Questa, però, è solo una delle ipotesi che gli inquirenti stanno vagliando, allo stato attuale delle indagini, infatti, non è possibile dire con certezza quale sia l’entità del trauma e stabilire che sia stato investito da un treno nel corso della notte.

Leggi anche -> Investimento sui binari a Fano: treni fermi, traffico ferroviario in tilt

Cadavere di un quindicenne vicino ai binari: il tratto ferroviario è considerato tra i più pericolosi d’Italia

A far sospettare gli agenti che la morte del quindicenne possa essere stata causata da altri fattori c’è la nomea che il tratto ferroviario in cui è stato trovato non sia delle migliori. Da qualche anno a questa parte, infatti, la Torino-Cuneo è stata inserita tra le 15 tratte più pericolose d’Italia. Sui treni che affrontano il percorso, infatti, si registrano spesso atti di vandalismo legati all’azione di baby gang di origine nord africana. Possibile, dunque, che il 15enne possa essere una delle vittime dei vandali e che la morte sia causa di un alterco finito male.

Leggi le nostre notizie anche su Google News