CONDIVIDI

Tragedia sul volo New York-RomaTragedia sul volo New York-Roma: un passeggero italiano diretto a Catania ha accusato un malore mentre il velivolo si trovava sulla Liguria, a nulla è servito l’intervento di 4 medici.

Conclusa la maggior parte del viaggio senza problemi, il volo Alitalia partito da New York e diretto a Roma si trovava a sorvolare la liguria quando uno dei passeggeri, un uomo italiano di 47 anni, ha cominciato a chiedere aiuto. Il passeggero ha accusato un improvviso malore e le hostess hanno immediatamente chiesto l’ausilio di un medico che si trovava a bordo. Alla richiesta hanno risposto ben 4 persone che si sono prodigate a soccorrere l’uomo prima con un massaggio cardiaco e poi con il defibrillatore.

Nel contempo il pilota del volo ha contattato la torre radio dell’aeroporto Leonardo Da Vinci per chiedere la priorità d’atterraggi data l’emergenza. Il volo è stato fatto atterrare con priorità a Fiumicino, ma questo non è bastato a salvare la vita all’uomo.

Leggi anche -> Paura in volo, pilota eroe costretto ad atterraggio d’emergenza

Atterraggio a Fiumicino ed intervento delle squadre di soccorso

Avendo ricevuto la comunicazione d’emergenza, in vista dell’atterraggio erano state predisposte delle squadre di soccorso sulla pista d’atterraggio che avrebbero dovuto portare il passeggero in ospedale il più in fretta possibile. Purtroppo però quando gli operatori sanitari sono giunti a bordo dell’aereo per l’uomo era ormai troppo tardi e ne hanno dovuto dichiarare il decesso.

Secondo quanto riferito dai media locali, l’uomo era diretto a Roma semplicemente per effettuare uno scalo e, una volta giunto a Fiumicino, avrebbe preso un secondo volo in giornata per tornare a Catania. Possibile che la procura della Capitale decida di effettuare delle analisi post mortem sul cadavere per stabilire l’esatta causa della morte. Al momento però non c’è nulla di sicuro a riguardo e potrebbe anche darsi che l’accaduto venga chiuso come incidente ed il corpo consegnato ai cari per le esequie funebri.

Leggi le nostre notizie anche su Google News