CONDIVIDI
(Websource / archivio)

Lutto e cordoglio nella comunità di Arsego (Padova), dove la donna era conosciutissima come titolare di un negozio di frutta e verdura.

La comunità di Arsego è sgomenta e incredula per la prematura scomparsa di Viviana Tosato, 43 anni, morta la scorsa notte sua propria abitazione di Cavino. Il cuore della conosciutissima commerciante di frutta e verdura della frazione di San Giorgio delle Pertiche (Padova) ha smesso di battere verso le tre. Il compagno, che si trovava al suo fianco, ha sentito due respiri profondi e subito chiamato i soccorsi. Purtroppo, però, all’arrivo dei sanitari non c’era più nulla da fare. I famigliari sono ora in attesa dell’autopsia per conoscere le cause dell’improvviso decesso della donna, che a tutt’oggi restano un mistero. Viviana infatti stava bene e nell’ultimo periodo non aveva mai dato alcun segno di sofferenza.

“Da tempo Viviana faceva parte dell’associazione di commercianti Vivi Arsego – racconta il presidente del gruppo Ugo Fassina – e ultimamente si era resa disponibile a raccogliere fondi per organizzare il mercatino di Natale previsto per domenica 25 novembre. Per noi è un fulmine a ciel sereno. Lei era molto conosciuta in paese, ha ereditato l’attività dal padre e conduceva il negozio di frutta e verdura con il fratello”. Viviana era infatti titolare con i fratelli della storica Ortofrutticola di Arsego, fondata in paese nel 1958. “Il primo ad accorgersi che qualcosa di grave era successo è stato il compagno di Viviana – prosegue Fassina -, e pensare che dopo qualche minuto i due si sarebbero dovuti alzare per andare a caricare la merce al mercato ortofrutticolo di Padova”. “Per tutta la nostra comunità il lutto è grande ma, nel suo ricordo, svolgeremo ugualmente il mercatino di Natale che Viviana ha curato con impegno e dedizione a nome di tutti noi”, conclude.

EDS

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News