CONDIVIDI

Accusata di abuso su minore e pedofilia sul webAllatta al seno la figlia anche ora che ha 9 anni, la confidenza della donna scatena una bufera social: alcuni l’hanno definita pedofila, altri hanno parlato di abuso di minore.

Secondo i parere dei pediatri l’allattamento al seno è una pratica che dev’essere interrotta intorno ai due anni di età del figlio. L’allattamento è necessario nei primi mesi di vita ed a partire dai 6 mesi in poi, alle madri è consigliato cominciare ad integrare altri alimenti per abituare il figlio ad un altro tipo di nutrimento. Continuare l’allattamento oltre l’età consigliata è considerato dai più innaturale ed è per questo motivo che gli utenti web si sono scagliati contro Sharon Sphink, donna di 50 anni britannica che ha recentemente confidato di aver allattato la figlia Charlotte fino ai 9 anni.

Leggi anche -> Il famoso Museo le chiede di coprirsi mentre allatta il figlo. Lei posta questa FOTO e mette tutti a tacere

Allatta la figlia al seno fino ai 9 anni: “E’ più naturale che svezzare forzatamente i figli”

Nonostante sia stata subissata da critiche e accuse di vario genere: “Mi è stato detto che si trattava di abuso sui minori, sono stato definita pedofila e dipinta come un mostro”, Sharon è convinta di non aver fatto nulla di male ed anzi spiega perché le donne dovrebbero seguire il suo esempio: “È bello che il bambino abbia il controllo, piuttosto che forzare la fine dello svezzamento. È stato un processo graduale e una sua scelta. Negli ultimi tempi si è nutrita del mio latte una volta al mese quando non si sentiva bene”, ha infatti dichiarato Sharon in una recente intervista concessa ai tabloid britannici, nella quale ha aggiunto: “Io voglio solo che le altre mamme si chiedano: ‘ dovrei o non dovrei farlo?’ Questo è normale e la loro deve essere una scelta”. La donna ha confidato inoltre che avrebbe continuato, ma la figlia ha deciso che era il momento di smettere: “Mi ha detto che si sarebbe fermata quando avrebbe compiuto 10 anni, che sarà ad aprile del prossimo anno, ma sembra che la fine naturale sia arrivata prima, anche se le avrei permesso di continuare per tutto il tempo che desiderava. Non mi sento triste per questo, anche se un po’ quella sensazione mi manca”.

Leggi le nostre notizie anche su Google News