CONDIVIDI
(Websource / archivio)

Lutto nel mondo del cinema: il brillante regista originario di Busto Arsizio è morto prematuramente di cancro.

È morto lo sceneggiatore e regista Max Croci, dopo una lunga lotta contro un tumore. Aveva solo cinquant’anni. La triste notizia è stata data da Sky, con cui il cineasta aveva firmato diverse regie televisive, e poi confermata dall’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni, che con lui aveva collaborato.

Croci era nato a Busto Arsizio l’11 ottobre 1968. Dopo alcuni cortometraggi di successo e una lunga lista di lavori da sceneggiatore (tra cui Volevo sapere sull’amore, con Marina Confalone) Croci aveva esordito al lungometraggio con la commedia sentimentale Poli opposti. Nel 2016 era uscito il suo secondo lungometraggio, Al posto tuo con Luca Argentero, Stefano Fresi e Ambra Angiolini. Nel 2017 aveva firmato il suo terzo film, prodotto da Notorious Pictures, La verità, vi spiego, sull’amore, una commedia tratta dal libro omonimo e dal Blog di Enrica Tesio Ti asmo con Ambra Angiolini nei panni di una donna che, dopo essere stata lasciata dal marito, deve barcamenarsi tra casa, lavoro e i due figli piccoli.

I funerali del cineasta si terranno sabato 10 novembre, alle ore 14:00, presso la Chiesa dei Frati di Busto Arsizio. “Ciao Max, è stato un piacere e un onore lavorare con te. Ci mancherai”, è stato il messaggio diffuso sui social dalla scuola di cinema della città. Anche l’assessore alla Cultura Manuela Maffioli esprime la vicinanza dell’Amministrazione comunale ai familiari e agli amici di Max Croci. “Una grande perdita per la cultura, per l’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni, per il ‘Sistema Cinema’ e per tutta Busto. Una notizia tremenda, soprattutto per una città che ama il cinema, come la nostra” afferma Maffioli anche a nome del sindaco Antonelli.

EDS

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News