CONDIVIDI
Marco Sau
(Gabriele Maltinti/Getty Images)

Marco Sau, guai in famiglia per l’attaccante del Cagliari: il fratello maggiore, già ai domiciliari, finisce in carcere, gravissime le accuse.

Ancora una volta il mondo del calcio e quello criminale si incrociano: dopo il caso Iaquinta e le accuse rivolte da Report alla Juventus sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta in curva, dalla Sardegna arriva un episodio di cronaca che indirettamente coinvolte il calciatore del Cagliari, Marco Sau.

Leggi anche –> Vincenzo Iaquinta: l’ex attaccante condannato, 19 anni al padre

Perché è stato arrestato il fratello di Marco Sau

Davide Sau, fratello maggiore del 31enne attaccante sardo, è stato ristretto nel carcere di Uta per detenzione illegale di materiale esplosivo, armi, detenzione e spaccio di droga. Già ai domiciliari, l’uomo era il custode di una vera e propria santabarbara: trovate armi, esplosivi, munizioni e droga. Gli inquirenti sono arrivati a lui mentre cercavano di fare chiarezza su una banda che aveva organizzato un sequestro lampo.

Tre malviventi, infatti, erano stati arrestati sabato avrebbero voluto sequestrare in casa il titolare di due noti ristoranti di Cagliari, Alberto Melis, per costringerlo ad aprire la cassaforte in cui teneva custoditi denaro e preziosi. Dopo il loro arresto, gli inquirenti si sono messi alla ricerca di eventuali complici, bussando così a casa di Davide Sau. Il fratello del calciatore del Cagliari non aveva nulla tra le mura domestiche, ma successivamente gli inquirenti hanno ispezionati il garage, scoprendo il deposito illegale.

Potrebbe interessarti anche –> Juventus, ‘Report’ accusa Agnelli: “Mente su Superga, società complice”

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News