CONDIVIDI
Madre Maria Vittoria Longhitano
(VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)

Chi è Madre Maria Vittoria Longhitano, classe 1974, una laurea in filosofia, sposata con una figlia, diventata la prima donna prete italiana.

Madre Maria Vittoria Longhitano, classe 1974, una laurea in filosofia, una figlia, un marito, e un lavoro di insegnante, viene considerata la prima donna prete in Italia. La sua Chiesa è quella Episcopale, quella che – come ha spiegato la donna stessa in un’intervista – “non impone il celibato, è aperta alle donne e sostiene i diritti di tutti, omosessuali inclusi”. La sua ordinazione sacerdotale è avvenuta nel 2010, ma in questi anni non poche sono state le difficoltà.

Vuoi restare aggiornato su Madre Maria Vittoria? Clicca qui

Tutto su Madre Maria Vittoria Longhitano, il primo prete donna

Il 22 novembre del 2009, Madre Maria Vittoria Longhitano è stata ordinata diacona della Chiesa Veterocattolica. Il 22 maggio 2010 presso la chiesa anglicana di Tutti i Santi a Roma viene ordinata presbitera. Oggi guida le comunità “Gesù Buon Pastore” di Milano, ed è responsabile della Fraternità “Santa Maria del Monte Carmelo”. Prima dell’ordinazione, aveva sposato Andrea Lanza. Contestatissime sono le prese di posizione di Madre Maria Vittoria, che ha subito anche minacce di varia natura.

A ‘Vanity Fair’ ha parlato apertamente di sessuofobia: “È un clima figlio della controriforma, che ritrae la donna come qualcosa di impuro, veicolo di peccato e, sostanzialmente, legato al demonio. Un clima di ostilità e di misoginia che ha limitato la chiesa per secoli e che, tra l’altro, ha dato luogo anche a un’altrettanto forte omofobia che noi da sempre rifiutato sposando, ormai da anni le coppie omosessuali”. Poi racconta di aver celebrato matrimoni tra persone dello stesso sesso: “Sarebbe bello se la chiesa di Roma, una volta superata la diffidenza verso le donne, superasse anche quella verso gli omosessuali, e accettasse di sposarli, in Chiesa, come tutti gli altri. Probabilmente succederà. Ci vorrà del tempo ancora, ma succederà”.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News