Durante la notte di Halloween ritrova i resti del padre in cantina

(Websource)

Nella notte di Halloween un uomo ha trovato insieme ai figli dei resti umani scavando nella cantina di casa: si tratterebbe del padre, scomparso misteriosamente nel 1961.

Un uomo originario di Long Island, durante la notte di Halloween, è riuscito a risolvere il mistero che per tutta la vita lo aveva perseguitato. Il 57enne Mike Carroll, infatti, è tornato a scavare sotto la cantina della casa di famiglia assime ai suoi due figli e ha trovato risposta, o almeno in parte, ai dubbi riguardanti la scomparsa del padre.

Leggi anche —> Ucciso di fronte alle sue bimbe, era in vacanza in campeggio

Nella notte di Halloween ritrova i resti del padre in cantina

Mike Carroll, oggi 57enne, era poco più che un infante quando suo padre scomparve misteriosamente nel 1961. Il genitore era un veterano della guerra di Corea e, nonostante le ricerche del figlio, che non si era mai arreso, dopo la sua scomparsa non ne era stata ritrovata più alcuna traccia. La moglie del veterano, e madre di Mike Carroll, è morta nel 1988 senza fornire al figlio alcuna informazione che potesse risultare utile per ritrovare il marito scomparso. La vedova Dorothy Carroll, infatti, si era semplicemente limitata a raccontare che il marito un giorno era uscito per “fare qualcosa” che che da quel momento in poi non aveva più fatto ritorno a casa. Anche i fratelli di Mike, all’epoca di 9, 7 e 5 anni, non erano certamente in grado di prendere in mano la situazione, ma è soprattutto il più piccolo a non essersi mai arreso all’idea di non dare degna sepoltura al proprio padre. Dopo la scomparsa del veterano George, sin da bambini, i piccoli Carroll erano cresciuto nelle voci del vicinato.

Leggi anche —> Il padre si difende “Ho ucciso mia moglie, le bimbe le ha ammazzate lei”

Secondo le dicerie dei vicini, infatti, il padre era sepolto in cantina così, dopo la morte della madre e tanti anni di ricerche infruttuose, Mike ha iniziato a seguire l’unica pista che gli era rimasta. I lavori, iniziati tre anni fa e poi sospesi, durante la notte di Halloween sono stati ripresi da Mike Carroll per arrivare finalmente in fondo alla questione. “Ho sempre pensato che l’avrei trovato”, ha commentato il ritrovamento Mike Carroll. Sarà opportuno attendere il risultato dell’esame del DNA per accertare che il corpo sia appartenuto effettivamente a George Carroll, ma tutti gli indizi al momento sembrano darne conferma. La morte della madre ha portato via  con sè anche le risposte ai tanti questiti rimasti irrisolti ma, almeno, l’uomo avrà la possibilità di seppellire degnamente il padre.

Leggi le nostre notizie su Google News

Marta Colanera