CONDIVIDI
(Websource / archivio)

Si sono concluse drammaticamente le ricerche di Egidio Fontana, l’85enne alpino scomparso nel Bresciano.

È stato trovato privo di vita nelle acque del fiume Chiese, gonfiate dal maltempo e dalla pioggia di questi ultimi giorni, il corpo di Egidio Fontana, l’uomo disperso da lunedì nel Bresciano. L’85enne alpino di Nozza di Vestone si era allontanato da casa lunedì sera per la consueta passeggiata mentre infuriava il maltempo e non era più rientrato.

A lanciare l’allarme era stata la nipote che abita nell’appartamento sopra il suo. Martedì mattina, non sentendo alcun rumore provenire dalla casa del parente, era scesa per verificare se fosse successo qualcosa. Subito dopo aver aperto la porta ha notato che qualcosa non andava: il letto era intatto, la stufa spenta e dell’85enne, che non era sposato e viveva da solo, non c’era traccia. Segnali allarmanti che avevano fatto scattare la denuncia e le ricerche.

Oggi pomeriggio il tragico epilogo, dopo due giorni di ricerche senza esito da parte di Carabinieri, uomini della Protezione civile, Vigili del Fuoco e tecnici del Soccorso alpino. La Procura potrebbe ora disporre l’autopsia per fare luce sulla dinamica della morte. L’anziano potrebbe essere finito nel fiume a causa del maltempo o potrebbe essere rimasto vittima di un malore. Altre ipotesi risultano per il momento meno plausibili.

L’Italia in allerta rossa

Salgono a 12 le vittime del maltempo. Oggi, dopo una parziale tregua di ieri, c’è stata una nuova perturbazione. E’ allerta rossa in Veneto e Trentino e arancione sulla Liguria centrale. Vento, mareggiate e piene hanno provocato disastri in moltissime località. A Venezia l’acqua alta entrata nella Basilica di San Marco ha danneggiato i mosaici del pavimento. A Rapallo decine di super-yacht sono stati schiantati sulla scogliera del lungomare e la mareggiata ha distrutto i locali che lo costeggiano.

Sotto i riflettori anche il Lazio. Il Centro Funzionale Regionale ha adottato l’avviso di criticità con indicazione dalle prime ore di domani, giovedì 1 novembre e per le successive 24-36 ore. Si prevede nelle zone di allerta criticità idrogeologica per temporali codice arancione su Bacini Costieri Nord, Medio Tevere, Roma; criticità idrogeologica codice arancione su Aniene, Bacini Costieri Sud e Bacino del Liri; criticità idrogeologica per temporali codice giallo su Rieti. È stata inoltre emessa un’attenzione per vento su tutte le zone di allerta della regione.

EDS

Leggi le nostre notizie su viaggi, attualità, cronaca e curiosità anche su Google News