CONDIVIDI
Quattro Ristoranti Alessandro Borghese
Quattro Ristoranti Alessandro Borghese (Instagram)

Quattro Ristoranti riparte oggi su Tv8: le 44 scelte di Alessandro Borghese nelle scorse edizioni del cooking show condotto dal noto chef.

Riparte oggi su Tv8, in prima televisiva in chiaro, Quattro Ristoranti, il cooking show condotto da Alessandro Borghese. In attesa di scoprire cosa offre la nuova stagione del format, grazie al noto chef, figlio di Barbara Bouchet, è possibile tracciare una vera e propria mappa gastronomica della nostra penisola e non solo. Scopriamo così i 44 posti che hanno il ‘bollino’ di qualità certificata dal conduttore della trasmissione.

Leggi anche –> Barbara Bouchet e Alessandro Borghese: “Non volevo una figlia femmina”

Le 44 scelte di qualità di Alessandro Borghese

Questo viaggio virtuale parte dal Nord Italia per spostarsi verso Centro e Sud, facendo anche tappa all’estero.

Le scelte di Borghese nel Nord Italia

Una la scelta per la Valle d’Aosta: Signori di Avise, vincitore di un episodio dedicato al Natale. Ben cinque invece i ristoranti selezionati in Piemonte, si tratta di Ristorante Museum, nel pieno centro di Alba, L’oca Nera, a Cuneo con proposte della tradizione, la Trattoria Paolino, nel vercellese, in cui il riso la fa da padrone, il ristorante Gaudenzio a Torino, la Nautica di Arona (che è giunta ex aequo con Villa Pizzini a Stresa), sul Lago Maggiore.

Spostandoci nel Nord-Est, in Friuli Venezia Giulia, premiato l’agriturismo «Altùris» immerso nei vigneti dell’azienda. Sempre nella stessa Regione, a Trieste, premiato il ristorante La Chimera di Bacco. Diverse le segnalazioni anche in Lombardia: nei pressi della centralissima piazza Vecchia a Bergamo «BenigniAmbulatorio Gastronomico»; a Milano c’è il locale Lievità, del giovane Giorgio Caruso e sempre nel capoluogo meneghino il ristorante vegano Ghea; sulle rive del Garda, a Manerba, spicca l’Agriturismo Dalie e Fagioli, con il pesce di lago come specialità; tornando a Milano troviamo San Telmo, la “miglior griglieria” d’Italia, quindi Smooshi, un ristorante che propone una cucina post-etnica. In Lombardia si trovano anche il ristorante la Tresenda di Livigno.

In Trentino Alto-Adige, il vincitore del premio per i locali di montagna: il Rifugio Maranza. Restando in Trentino, in un piccolo borgo della Val di Sole, Terzolas, si trova Alla Corte dei Toldi, giudicato il miglior ristorante della Regione. In Liguria, tra i carruggi di Genova, la trattoria «C’era una volta» di Francesca Alfano e Federica. Coniuga mare e montagna MuMa, ristorante di Borgio Verezzi (Savona).

I migliori ristoranti del Centro secondo Alessandro Borghese

Spostiamoci al Centro, in Emilia Romagna, con la «Trattoria da me», storico locale di Bologna. Restando in Regione, a Riccione, ecco Kiosquito 46 che offre le specialità della riviera romagnola. C’è poi Apelle, uno dei posti più ricercati di Ferrara, quindi l’osteria In Scandiano, provincia di Reggio Emilia. In Toscana sull’Argentario, troviamo il Gourmet con Gusto di Porto Santo Stefano (Grosseto). Spostandoci poi in Versilia, ecco il Caffè Godot al Lido di Camaiore (Lucca).

Nelle Marche, invece, incoronato il ristorante La Gioconda, a Cagli. Nel Sud della Regione, c’è La Croisette, su una spiaggia del litorale marchigiano, a San Benedetto del Tronto. Andiamo nel Lazio: premiato Romeow Cat Bistrot, a Roma, che ovviamente è cat-friendly. L’osteria Alla Capannaccia di Acquapendente (Viterbo) coniuge invece le ricette di tre tradizioni: quella laziale, l’umbra e la toscana. Un nome altisonante è quello di Sora Lella, nelle vicinanze dell’Isola Tiberina. A Pescara, sulla costa dei Trabocchi, consigliatissimo Penelope a mare. Una segnalazione anche per il Molise, patria del caciocavallo: il Monticelli Saperi e Sapori di Campobasso.

Il Sud Italia e le isole secondo Alessandro Borghese

Al Sud, Pizza Gourmet vince la sfida napoletana, mentre in Basilicata ha vinto Stano, che porta alto il nome di Matera, con i piatti della cucina lucana. Il Salento viene premiato con l’Antica Masseria Scagnito, a Corigliano d’Otranto. Sempre in Puglia e sempre nel Salento premiata La Farmacia dei Sani di Ruffano. La visita presso i trulli di Alberobello ha portato alla premiazione del ristorante Evo. In Calabria domina “il piccante”, celebrato da Le Ricchezze del Mare di Squillace (Catanzaro).

Spostandoci nelle Isole, in Sicilia premiato Km 0, il ristorante più pop della città di Catania. Un altro riconoscimento siculo all’Osteria dei Sapori Perduti di Modica. Sconfiniamo poi all’estero e troviamo il ristorante «Anema e Core», un angolo tutto partenopeo a Monaco. A Londra, invece, il “miglior ristorante del terzo millenio” è risultato essere il Macellaio RC. Infine, il miglior tapas bar italiano di Barcellona è il Bacaro.

Leggi anche –> Quattro ristoranti, Alessandro Borghese risponde al ristoratore che voleva denunciarlo

Leggi le nostre notizie su viaggi, attualità, cronaca e curiosità anche su Google News