Morte Desirée: arrestato a Foggia un altro uomo coinvolto

Morte desiree nuovo arresto
Morte Desirée nuovo arresto (Facebook)

Morte Desirée: arrestato a Foggia un altro uomo coinvolto nell’accaduto, si tratterebbe di un giovane di nazionalità gambiana fuggito.

Ci sarebbe un nuovo fermo per la tragica morte di Desirée, la 16enne trovata priva di vita in un palazzo a Roma nel quartiere San Lorenzo e che era sparita da Cisterna, in provincia di Latina. Infatti, in questi minuti, arriva la notizia che una quarta persona coinvolta nella morte della giovane è stata fermata a Foggia. Ieri i tre fermi, per altrettanti migranti che a quanto si apprende erano stati colpiti da provvedimento di espulsione. Per portare alla luce quanto accaduto, è stata molto importante la testimonianza di un altro migrante.

Leggi anche –> Morte Desirée, tre fermi a Roma: una drammatica testimonianza

Chi è il quarto fermato per la morte di Desirée

Anche l’uomo fermato poco fa, come gli altri migranti, è un africano, di origine gambiana. Gli investigatori lo stanno portando a Roma dove verrà interrogato. Gli altri tre fermati sono due senegalesi e un nigeriano. Il ruolo dei quattro è in fase di definizione. La vicenda vicenda che ha scosso l’opinione pubblica italiana e sono state molte le reazioni di rabbia: particolarmente accesi i toni da parte di Francesco Facchinetti, cantante e conduttore molto noto.

Intanto, emerge anche la testimonianza di un’amica della ragazza: si tratta di una ragazza di 24 anni che fa la tatuatrice. La giovane, in particolare, accusa chi ha chiamato i soccorsi, sostenendo che questa avrebbe successivamente ‘scambiato’ il proprio silenzio per qualche dose di droga: “So che una donna ha visto tutto ma non ha parlato e ha barattato il suo silenzio per qualche dose di droga”, ha spiegato, secondo quanto riporta ‘Il Messaggero’.

Leggi anche –> Morte Desirée: giro di prostituzione in cambio di droga

Leggi le nostre notizie su viaggi, attualità, cronaca e curiosità anche su Google News