Conte vola da Putin: “Le sanzioni alla Russia vanno eliminate”

Sanzioni Russia
(Gettyimages)

Il premier Giuseppe Conte ha incontrato Vladimir Putin per stipulare degli accordi commerciali bilaterali ed ha sostenuto l’annullamento delle sanzioni alla Russia.

La Russia si conferma un partner commerciale importante per la nostra nazione, l’incontro tra il presidente russo Vladimir Putin ed il premier Giuseppe Conte ha infatti portato alla firma di ben 13 accordi bilaterali (dal valore potenziale di 1,5 miliardi di euro), accordi che rinsaldano il rapporto commerciale e politico delle due nazioni nonostante le pesanti sanzioni che l’Unione Europea ha confermato ai danni della Russia. A tal proposito il presidente del consiglio ha sottolineato come le sanzioni non siano: “Mai un fine”, bensì “uno strumento che va superato”.

Conte ha anche sottolineato come l’esistenza di tali sanzioni non ha inficiato il rapporto tra i due Paesi: “Abbiamo confermato l’eccellente stato dei nostri rapporti bilaterali nonostante il permanere delle condizioni che hanno portato alla conferma delle sanzioni”. A chi poi chiedeva se, data la situazione attuale, il premier fosse andato in Russia per chiedere l’acquisto di titoli di stato italiani, Conte ha risposto: “Non c’è nessuna restrizione di carattere politico”, spiegando come un simile scenario si potrebbe verificare, ma poi ha aggiunto: “Non ne abbiamo discusso”.

Incontro Conte-Putin: “L’Italia ha un’economia solida”

Il presidente Russo ha invece parlato dell’economia italiana e di come presto i contrasti con l’Unione Europea verranno appianati: “L’economia italiana ha buone basi e siamo sicuri che i problemi con la Commissione europea saranno risolti”, dice infatti Putin che poi ci ha tenuto a sottolineare come ritenga il nostro Paese un importante partner commerciale: “L’Italia è un nostro importante partner economico con una forte attenzione alla cooperazione nel settore commerciale e di investimenti”. Affermazioni che hanno soddisfatto Conte il quale ha evidenziato come fuori dai confini nazionali viene riconosciuta all’Italia la sua importanza economico-politica: “L’Italia è un paese solido e questo ci viene riconosciuto più all’estero che in Italia”.

Leggi le nostre notizie anche su Google News