Compleanno da solo, la foto del bimbo commuove il mondo: ma la verità qual è?

bimbo pizzeria solo fotoCompleanno da solo, la foto del bimbo commuove il mondo: ma la verità qual è?

Tutte le testate ieri hanno dato la notizia relativa a questo bambino che nonostante avesse invitato 32 amici al proprio compleanno si è ritrovato da solo. La madre ha pensato bene di scattargli una foto e pubblicarla sui social. Una storia molto simile a quella avvenuta in Italia pochi giorni fa, quella per la quale poi si scoprì che la verità era decisamente un’altra e che dietro a tutta la sceneggiata c’era dietro lo zampino della madre. A quanto emerge in queste ore anche la storia del piccolo Teddy Mazzini proveniente dall’Arizona, Usa, potrebbe non essere esattamente come è stata raccontata dai media e dalla madre stessa.

La donna ha mandato la foto ad una giornalista locale che senza alcuna altra verifica l’ha postata sui social scrivendo questa frase: “Se ne avete la possibilità, fate gli auguri di buon compleanno a Teddy. Sua madre mi ha mandato questa foto dopo che i suoi amici non sono riusciti a farlo alla sua festa”. L’immagine e la notizia ad essa collegata è subito diventata virale e ha fatto il giro del mondo. Addirittura la squadra NBA dei Phoenix Suns si è mobilitata e ha invitato il bimbo ad una sua partita.

Ma proprio come nel caso accaduto in Italia nel quale poi si è scoperto che la mamma del bimbo autistico rimasto solo alla festa in realtà sapesse già che nessuno sarebbe andato e l’avrebbe fatta comunque per colpire altre madri con le quali litigava da tempo e inoltre si è saputo che è una fervente no vax che come regalo aveva chiesto una donazione alla sua associazione, anche in questo caso emergono subito molti dubbi e ci stupiamo che tutta la stampa nazionale e internazionale si sia tuffata a capofitto sulla notizia preoccupandosi solo della foto senza farsi un paio di domande. La cosa diciamolo puzza di bufala lontano un miglio. Chi vi scrive è genitore di due bambine che vanno all’asilo e abbiamo già organizzato feste di compleanno. Di solito su indicazione delle maestre si fa un invito cartaceo che loro mettono negli zainetti di ogni bambino della classe. Siccome molti bimbi e molti genitori nemmeno controllano lo zainetto è sempre bene fare poi un controllo telefonico con ognuno degli invitati per sapere se hanno ricevuto l’invito e avere definitiva conferma della partecipazione. Siamo sicuri che la mamma abbia fatto qualcosa di questo tipo? Siamo sicuri che, come nel caso nostrano, non sapesse già che a quella festa non sarebbe arrivato nessuno? Siamo sicuri che non lo abbia fatto per manie di protagonismo (che purtroppo molte mamme hanno è inutile negarlo) utilizzando suo malgrado il povero figlio? Siamo sicuri che anche lei non avesse screzi con le altre madri e questo sia il modo per fargliela pagare?

In molti tra l’altro criticano comunque la decisione di aver reso pubblica la foto. Sembra un’ulteriore umiliazione per il bambino e i genitori stessi si dicono pentiti di averla inviata alla giornalista e ammettono che se dovessero tornare indietro non lo rifarebbero più.