Manovra economica, la bocciatura dell’Ue all’Italia: deve riscriverla

manovra economica
(FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Manovra economica, la bocciatura dell’Ue all’Italia: deve riscriverla in tre settimane, avrebbe affermato la Commissione Europea oggi.

La Commissione Ue ha deciso di respingere il Documento programmatico di bilancio italiano: ora il nostro Paese ha tre settimane di tempo per riscriverne una nuova. La notizia era peraltro nell’aria da giorni e viene sostanzialmente solo ufficializzata con la decisione di poco fa.

Leggi anche –> Manovra approvata, taglio pensioni e quota 100: ecco tutte le misure

La bocciatura dell’Ue alla manovra economica

Dall’esecutivo europeo è giunta la richiesta “di sottomettere di nuovo il Documento programmatico di bilancio”. La decisione dunque è arrivata dal Collegio dei Commissari. “E’ con molto dispiacere che sono qui oggi, per la prima volta la Commissione è costretta a richiedere ad uno Stato di rivedere il suo Documento programmatico di bilancio”, ha affermato in conferenza stampa il vice presidente della Commissione, Valdis Dombrovskis, insieme al commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici.

Proseguono i rappresentanti della Commissione Europea: “Ma non vediamo alternative. Sfortunatamente i chiarimenti ricevuti ieri – con la lettera del ministro Tria – non erano convincenti”. Sottolinea ancora Dombrovskis: “La zona euro si basa su una questione di fiducia. Se viene erosa, ne sono danneggiati tutti gli Stati membri e la moneta unica”. L’accusa al governo è netta: l’Italia va “apertamente e consapevolmente contro gli impegni” cristallizzati in sede europea nello scorso Luglio. In sostanza, “la tentazione di ‘curare il debito con più debito’ a un certo punto porta il debito ad essere insostenibile. Nel 2017 il debito dell’Italia era il 131% del Pil, il secondo più elevato dell’Unione e uno dei più elevati a livello mondiale e ogni anno ogni contribuente deve farsi carico del suo costo”. Anche Moscovici ribadisce il senso di queste parole, intanto dal governo la sensazione è che c’è intenzione di tirare dritto. Critiche dal Pd col segretario Maurizio Martina.

Leggi anche –> Manovra, taglio pensioni e pace fiscale: ecco tutte le misure

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News