Home News Le Iene, la denuncia: messaggi pedopornografici sulla Playstation

Le Iene, la denuncia: messaggi pedopornografici sulla Playstation

CONDIVIDI
messaggi pedopornografici sulla Playstation
Messaggi pedopornografici sulla Playstation (screenshot video)

Le Iene, la denuncia di una giovane mamma napoletana: messaggi pedopornografici sulla chat della Playstation di sua figlia.

“L’altro giorno, mentre mia figlia giocava alla Playstation con i suoi amichetti, sono iniziati ad arrivare dei messaggi”. Inizia così la denuncia di una giovane mamma che si ritrova ad assistere al tentativo di adescare sua figlia di nove anni, mentre questa era intenta a giocare alla Playstation con altri bambini. I messaggi arrivavano sulla chat della consolle di videogiochi. La donna ha raccontato la sua esperienza alla trasmissione televisiva ‘Le Iene’.

Leggi anche –> Stasera in Tv, consigli del 23 ottobre 2018: Le Iene show su Italia Uno

La denuncia della mamma napoletana: i rischi dalla Playstation

La donna, di origini napoletane, capisce che dietro quel nickname, “adorablekinsey4” probabilmente, si nasconde un uomo. “Si è presentata come Amanda e mi ha detto che aveva 21 anni”, racconta la giovane mamma a ‘Le Iene’, e aggiunge: “Ho subito detto che avevo 9 anni e che ai miei genitori non avrebbe fatto piacere. Lei invece mi invogliava, dicendomi che era bello parlare con persone nuove. A un certo punto mi ha inviato una foto, penso invogliandomi a fare la stessa cosa”.

A quel punto, il misterioso account spiega alla donna che sta sistemando la webcam, dicendole di andare sullo stesso sito e mostrandole come si faceva: “Sono andata nel panico, ho avuto paura e ho bloccato il contatto di questa persona”, chiosa la madre. Quindi conclude: “Purtroppo il web è pieno di persone che cercando di adescare i bambini, quindi siate più attenti”. Storie come queste, purtroppo, sono ormai all’ordine del giorno e quella della pedopornografia è una piaga difficile da sconfiggere.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News