Tale e quale show, Massimo Di Cataldo choc: “Il successo mi ha distrutto”

Il successo mi ha distrutto
Massimo di Cataldo: “il successo mi ha distrutto”

Massimo Di Cataldo si sta facendo apprezzare a ‘Tale e quale show’, ricordando il passato ha spiegato come il successo sia stato bello ma che lo ha anche fatto sentire solo.

Dopo il successo di pubblico ottenuto con la partecipazione alla prima edizione di ‘Ora o mai più’, prima apparizione televisiva dopo anni di assenza, Massimo di Cataldo è stato scelto come concorrente di questa nuova edizione di ‘Tale e quale show’ dove si è fatto apprezzare con una splendida imitazione di Ed Sheeran con la canzone ‘Perfect’. Un’esibizione che gli è valsa il plauso della giuria e che è stata considerata unanimemente la migliore di tutta l’edizione. Di Cataldo contento dell’occasione ricevuta, in primo luogo perché “Tale e quale show è una trasmissione di punta della Rai” ed in secondo luogo perché può mettere a frutto anche le sue capacità attoriali: “Sono felice di rispolverare anche il mio lato attoriale”.

Leggi anche -> Milly Carlucci a Tale e quale show: “Ho una malattia rara e incurabile”

Leggi anche -> Tale e Quale Show, Antonella Elia e il suo dramma: “Aborto a 26 anni”

Massimo di Cataldo: “Il successo è stato bello, ma mi ha fatto sentire solo”

Massimo Di Cataldo ha vissuto un periodo di grande notorietà negli anni’90, periodo nel quale la sua musica era molto amata in Italia ed ascoltata persino in Europa. Il successo di quegli anni lo ha portato anche a delle collaborazioni importanti, ma l’artista spiega che non è stato tutto così semplice come poteva apparire: “Sono stati anni belli ma difficili. Mi sono sentito estremamente solo. Quando hai successo è difficile capire se le persone ti circondano per reale affetto o per opportunismo”. I concerti con folle adulanti lo facevano sentire importante, ma proprio quella sensazione di onnipotenza è quella che dei veri amici avrebbero contrastato per il suo bene: “Quando ti esibisci in un concerto davanti a migliaia di persone che ti inneggiano, scendi da lì e ti senti un Dio, penso sia normale. Chi ti ama veramente dovrebbe aiutarti a stare con i piedi per terra e non aizzare l’ego”.

Leggi le nostre notizie anche su Google News