CONDIVIDI
Maurizia Cacciatori finale mondiali
Maurizia Cacciatori delusa (screenshot video)

Mondiali pallavolo femminile, oggi la finale tra Italia e Serbia: Maurizia Cacciatori delusa dalla sconfitta delle azzurre al tie-break.

L’attesissima finale dei mondiali di volley femminile tra una sorprendente Italia e la Serbia, grande favorita della vigilia, si è tenuta oggi, con la vittoria al tie-break delle nostre avversarie. Le serbe hanno vinto per 15-12 al termine di un altro match interminabile, ma per le azzurre c’è comunque una buona notizia: questa nazionale ha ampi margini di crescita.

Leggi anche –> Mondiali pallavolo femminile: Italia sconfitta dalla Serbia al tie-break

L’intervista di Maurizia Cacciatori su Italia-Serbia, finale di pallavolo

In esclusiva ai microfoni di SportNews, ha parlato Maurizia Cacciatori, autentica bandiera del passato della pallavolo femminile azzurra, che ha mostrato la sua delusione per la sconfitta odierna: “L’Italia ha giocato a testa alta tutto il mondiale ma soprattutto questa finale. Non eravamo inferiori a loro ma posso dire che ha fatto la differenza la loro esperienza. Hanno dei singoli elementi che hanno veramente tanta esperienza, sia a livello mondiale che di olimpiadi. Peccato per il tiebreak”.

Da parte di Maurizia Cacciatori, c’è comunque speranza per il futuro: “Dobbiamo essere molto positivi, è una squadra giovane e questa è una signora medaglia mondiale. Complimenti a tutte le ragazze, siamo nell’Olimpo delle grandi squadre”. Secondo l’ex pallavolista, nel finale “il fattore principale è stata la loro esperienza, poi i dettagli. Nella pallavolo sbagli di un millimetro e la partita cambia. La Serbia è stata strepitosa, questa è stata la vera differenza”.

Leggi anche –>  Paola Enogu, chi è la stella del volley femminile italiano

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News