Treni fermi tra Ancona e Rimini, trovato corpo sui binari: “È suicidio”

suicidio linea ferroviaria
Linea ferroviaria chiusa per un probabile caso di suicidio, indagano le forze dell’ordine

Un probabile caso di suicidio ha causato la chiusura da questa mattina del traffico ferroviario tra Ancona e Rimini. Le forze dell’ordine stanno indagando.

Il traffico dei treni è stato sospeso per il ritrovamento di un cadavere lungo un tratto della linea ferroviaria che unisce Ancona a Rimini. La chiusura è stata disposta dalle ore 7:55 di questa mattina per via del ritrovamento del corpo. Il fatto è avvenuto in una zona compresa tra Pesaro e Fano, ed è stato il personale di bordo del treno regionale 12015 di Trenitalia che percorre la tratta ad essersene accorto. Subito sono arrivati i carabinieri per recuperare i resti della persona, la quale resta ancora non identificata. Secondo i primi indizi raccolti sulla scena si ritiene che la morte sia sopraggiunta non per un investimento accidentale da parte di un convoglio in corsa ma per ben altro.

LEGGI ANCHE –> Aiuta l’amico tormentato dalla gang, ragazza violentata e uccisa

Suicidio lungo la tratta ferroviaria, treni fermi

L’ipotesi più accreditata infatti al momento è quella del suicidio. L’autorità giudiziaria continua a fare dei rilevamenti e nessun treno può ancora passare per questo motivo sul percorso interessato da questo drammatico caso. Altrove, in Argentina, c’è stato un episodio altrettanto grave. Un giovane di 20 anni è finito nello spazio che intercorre tra il treno e la banchina, finendo con il restare incastrato per la testa.

LEGGI ANCHE –> Finto suicidio per soldi, la moglie non lo sa e si uccide davvero coi figli

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News