CONDIVIDI
raffaella carrà
(screenshot video)

Raffaella Carrà, dalla conduttrice televisiva amatissima in Spagna arrivano dure accuse all’Italia: “Trattata come il Milite Ignoto”.

La conduttrice televisiva Raffaella Carrà, sicuramente una delle icone dell’Italianità nel mondo, è stata premiata dalla Spagna nei giorni scorsi come dama “al Orden del Mérito Civil”. Un riconoscimento che lei ha accolto con queste parole, riferite al ‘Corriere della Sera’: “Non dico bugie, emozionata è dire poco. Mi hanno chiamato al telefono, poi convocata all’ambasciata. All’inizio non ci credevo. Un groppo in gola. Signora, le vorremmo attribuire un’importante onorificenza. Ma guardi, ho risposto, me ne avete già data una tanti anni fa. Ho pensato che magari non lo sapessero”.

Leggi anche –> Raffaella Carrà irriconoscibile, cosa le sta succedendo

Il tapiro consegnato a Raffaella Carrà e la sua replica

“Icona di libertà, è quello che mi hanno detto. Ecco, i complimenti mi imbarazzano, mi creda. Forse solo il simbolo di una felicità che può anche essere effimera. Il bello della leggerezza, diciamo così”, ha sottolineato ancora Raffaella Carrà, che ha poi voluto evidenziare il differente trattamento che le viene riservato nel nostro Paese: “In Italia io sono una Milite Ignota. Ma guardi che non chiedo nulla”.

Dopo queste affermazioni, la trasmissione satirica ‘Striscia la notizia’, attraverso il più noto dei suoi inviati, Valerio Staffelli, ha cercato la conduttrice, riuscendo a intercettarla a Roma, per attribuirle il Tapiro d’Oro. L’attapirata, che sembra aver accettato comunque ‘volentieri’ il premio, ha replicato sostenendo: “Per le istituzioni italiane sono invece un milite ignoto”. Quando poi Staffelli ha lanciato un invito al presidente Mattarella, Raffaella Carrà l’ha subito stoppato: “Non devi chiedere niente a nessuno: il bene che mi vuole la gente è il riconoscimento più grande”.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News