CONDIVIDI
papa francesco
(ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Papa Francesco e la battaglia a tutela dei bambini vittime di abusi nella Chiesa: dura decisione contro due vescovi accusati di pedofilia.

Francisco José Cox Huneeus, arcivescovo emerito di La Serena, membro dell’Istituto dei Padri di Schoenstatt e Marco Antonio Ordenes Fernandez, vescovo emerito di Iquique, accusati di abusi su minori, sono stati dimessi dal loro stato da Papa Francesco. La decisione del Pontefice, sottolinea un comunicato stampa della Santa Sede, “non ammette ricorso”.

Leggi anche –> Pedofilia, papa Francesco incontrerà le vittime di abuso in Irlanda

Il Papa e l’incontro col il presidente del Cile

La nota spiega inoltre: “La Congregazione per la Dottrina della Fede ha già informato gli interessati, attraverso i rispettivi superiori, nelle rispettive residenze. Francisco José Cox Huneeus continuerà a far parte dell’Istituto dei Padri di Schoenstatt”. Proprio oggi, Papa Francesco ha ricevuto il Presidente della Repubblica del Cile, Sebastián Piñera Echenique. Questi ha avuto successivamente altri incontri con il Segretario di Stato il card. Pietro Parolin, accompagnato da mons. Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati.

Nel corso degli incontri si è a lungo discusso dei rapporti tra Santa Sede e Stato cileno. Ma all’ordine del giorno c’è stata soprattutto la dolorosa piaga degli abusi contro i minori, oltre che il tema dell’aborto e del valore sacro della vita umana sin dal concepimento. Affrontati infine altri temi di comune interesse in ambito internazionale e regionale, soprattutto in riferimento all’accoglienza dei migranti.

Leggi anche –> Papa Francesco contro l’aborto: “E’ come affittare un sicario”

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News