CONDIVIDI
leo gassmann x-factor
Interpretazione da brividi a ‘X-Factor’ da parte di Leo Gassmann

Il giovane figlio d’arte Leo Gassmann strega giurati e pubblico di ‘X-Factor’ con il suo brano dal titolo emblematico ‘Kurt Cobain’. Ed è delirio.

Puntata dei Bootcamp di ‘X-Factor 12’ veramente intensa, quella trasmessa ieri da Sky Uno. Oltre alla bellissima interpretazione del rapper Anastasio e della sua ‘Generale’ di De Gregori rivisitata in chiave moderna con un testo diverso, è toccato anche a Leo Gassmann prendersi le luci dei riflettori. Il giovane, figlio di Alessandro e nipote del grandissimo Vittorio, si è esibito con il suo brano dal titolo estremamente significativo, ‘Kurt Cobain’. Una canzone che, attraverso il nome del leggendario leader dei Nirvana, riesce a suscitare sensazioni profonde e riflessioni altrettanto importanti in merito agli effetti che il successo può avere nella vita delle persone. E questo sia in chiave positiva che negativa. “Oltre le stelle c’è un posto migliore’, ci dice Leo Gassmann.

LEGGI ANCHE –> X-Factor, Asia Argento in lacrime: “Non ho più forza, non ce la faccio più”

Leo Gassmann, ovazione di pubblico e giuria

Il 20enne ha saputo conquistare il pubblico presente in studio e tra i giudici è stato unanime il giudizio positivo. Asia Argento ha fatto cenno a Mara Maionchi che questo giovanotto ne ha di stoffa. E Fedez e Manuel Agnelli ne hanno elogiato il carisma, anche se il leader degli Afterhours lo ritiene “un pò troppo impostato”. Ma l’interpretazione del giovane Gassmann resta da brividi e gli vale una delle cinque poltrone riservate alla categoria Under Uomini di ‘X-Factor 12’. Di lui ha detto nelle scorse settimane papà Alessandro: “È bello che segua le proprie passioni, ma prima si deve laureare, l’università viene prima”.

LEGGI ANCHE –> X-Factor, ‘Generale’ di De Gregori in versione rap è da brividi e commuove i giudici – VIDEO

Leggi tutte le notizie su Google News