CONDIVIDI
Ronaldo
(Websource/Archivio)

“Cristiano Ronaldo vittima di un complotto”, parola di Claudio Gentile. 

Intervistato in esclusiva da www.sportnews.eu Claudio Gentile, indimenticato difensore della Nazionale campione del Mondo nel 1982 ed ex allenatore dell’Under 21, ha detto la propria opinione sul caso Cristiano Ronaldo esprimendo una posizione molto netta e precisa.

Ecco le sue parole che di certo non mancheranno di creare polemiche: “Fino a quando è stato al Real Madrid non è uscito fuori nulla. La voglia di screditare un campione come Ronaldo è iniziata con l’espulsione inesistente in Champions League, continuata poi con questo scandalo. Credo esista un complotto nei suoi confronti. Sicuramente al presidente del Real Madrid Florentino Perez non è andata giù la scelta di Ronaldo di lasciare il suo club per andare alla Juventus. Ci può essere la voglia di fargliela pagare. Io comunque credo più al giocatore rispetto a chi vuole metterlo in difficoltà”.

Gentile poi ha parlato anche di nazionale e di Juventus: “Nell’ultima gara qualcosa di più si è visto sotto il profilo del giocoCredo abbia bisogno di tempo per avere una  Nazionale che possa competere con le grandi. Non dobbiamo avere fretta ed essere giustizialisti altrimenti rischiano di fargli fare la fine di Ventura. Bisogna crescere ma in ottica qualificazioni agli Europei sono fiducioso“.

Per quanto riguarda i bianconeri spiega: “E’ partita molto decisa. Rispetto agli altri anni ha un campione in più come Cristiano Ronaldo e credo che conquisterà lo scudetto con ampio margine rispetto alle rivali”. E sulla Champions: “Dopo due finali perse con un Ronaldo in più l’obiettivo può essere centrato. Certo in una gara può succedere di tutto, anche che vinca la squadra meno forte. Io ne so qualcosa avendo perso la finale con l’Amburgo ad Atene. Però questa deve essere la stagione della Champions“.