CONDIVIDI
terremoto catania
Ancora un terremoto a Catania e provincia (websource: archivio)

I sismografi dell’INGV registrano un’altra forte scossa di terremoto a Catania e provincia: la cosa si verifica ancora in appena pochi giorni,

Altro terremoto in Sicilia. Si tratta dell’ennesimo episodio del genere nel breve volgere di poco meno di una settimana. Ed il territorio maggiormente colpito è sempre quello situato in provincia di Catania, dove sorgono in particolare i comuni d Biancavilla e di Adrano. Ieri notte c’è stato un nuovo movimento tellurico di magnitudo 3.4, secondo quanto registrato dai sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. La profondità del sisma è stata stimata invece in appena 4 km. Anche in questo caso, esattamente come accaduto nelle precedenti situazioni avutesi qualche giorno fa, la gente ha avvertito in maniera distinta il terremoto ed alcune persone, prese da un comprensibile spavento, sono scese in strada. Non si segnalano comunque danni a cose o persone e la scossa è risultata essere di intensità inferiore alla prima che si era manifestata nella notte tra venerdì e sabato scorsi.

LEGGI ANCHE –> Terremoto a Catania di 4.8, crolli e gente in strada

Terremoto Catania, l’Etna è il principale ‘imputato’

Secondo gli esperti, tutto questo movimento del sottosuolo avrebbe una spiegazione logica e facilmente intuibile. Il responsabile di tutto sarebbe il vicino Etna. L’INGV sul proprio sito web ufficiale ha pubblicato una nota nella quale rimarca come la zona di interesse sia già di suo ad alta pericolosità sismica. Il vicino vulcano, in continua attività, influisce in maniera inevitabile sul circondario. “In quest’area dell’Etna la sismicità è modesta, ed è normale che avvengano certi fenomeni periodicamente”.

Leggi anche -> Terremoto, la mappa della pericolosità sismica dell’INGV – FOTO

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News