CONDIVIDI
pescherecci
(Pixabay)

Polemiche contro la Libia, sequestrati due pescherecci di Mazara del Vallo: spari contro pescatori, tutto avvenuto in acque internazionali.

La situazione di alta tensione presente in Libia ha purtroppo dei risvolti molto gravi anche per i pescatori italiani: lo ha reso noto il sindaco di Mazara del Vallo, Nicolò Cristaldi. Da quanto si apprende, le autorità libiche, a bordo delle loro motovedette, avrebbero sequestrato due pescherecci di Mazara del Vallo. Il primo cittadino ha aggiunto: “Una motovedetta libica ha sparato contro i natanti della nostra città. Non ci sono stati morti né feriti per miracolo”.

Leggi anche –> Libia: attentato vicino la sede dell’ambasciata italiana – FOTO

Le accuse alla Libia da parte del sindaco di Mazara

Stando a quanto spiega il sindaco della località nel trapanese, la cabina di uno dei due pescherecci è andata completamente distrutta, ma danni si sono riscontrati in entrambi i mezzi. Danneggiati infatti gran parte degli apparati tecnologici e dello scafo. Cristaldi evidenzia ancora che “l’azione violenta e illegittima della Libia” è avvenuta a 60 miglia dalle coste libiche.

Stando a quanto sostiene il primo cittadino, l’atto sarebbe avvenuto “in acque internazionali. La Libia continua imperterrita a svolgere un’azione violenta e illegittima”. Il sindaco lancia infine un appello al nostro governo: “Chiedo un intervento immediato delle nostre autorità”.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News